Archivio della categoria: Associazioni

Il Rex di Padova. Da sessant’anni molto più che un cinema – The Rex of Padua. For sixty years, much more than a cinema

Quando entri, ti senti catapultato nel passato, una trentina di anni fa almeno. Le oltre 400 poltroncine di velluto rosso, la tappezzeria rossa anch’essa, sono memoria di altri tempi. Poi però ti ricordi d’aver acquistato il biglietto online, ti vedi

Il Rex di Padova. Da sessant’anni molto più che un cinema – The Rex of Padua. For sixty years, much more than a cinema

Quando entri, ti senti catapultato nel passato, una trentina di anni fa almeno. Le oltre 400 poltroncine di velluto rosso, la tappezzeria rossa anch’essa, sono memoria di altri tempi. Poi però ti ricordi d’aver acquistato il biglietto online, ti vedi

Fontanaluccia. Le campane, “voce” di Dio fra la gente – The bells, “voice” of God among the people

«Poiché le oscillazioni entrerebbero in conflitto con la pendenza, creando problemi strutturali, le campane restano ferme, mentre si aziona il batacchio, un percussore di “soli” sette quintali». Suonare le campane della torre di Pisa è l’esperienza più suggestiva con la

Fontanaluccia. Le campane, “voce” di Dio fra la gente – The bells, “voice” of God among the people

«Poiché le oscillazioni entrerebbero in conflitto con la pendenza, creando problemi strutturali, le campane restano ferme, mentre si aziona il batacchio, un percussore di “soli” sette quintali». Suonare le campane della torre di Pisa è l’esperienza più suggestiva con la

“TerraRossa” guarda all’Eritrea

Sono presenti ad Asmara, ad ad Adi Genu, ad Afabet, Dekemhare, Embatkalla, Ghinda, Halib Mentel, Kuluku, Segneneyti, Senafe, Tokombia. In una “fetta” notevole di Eritrea prestano servizio le suore missionarie Comboniane. Arriva da loro il grido di dolore per tanti

“TerraRossa” guarda all’Eritrea

Sono presenti ad Asmara, ad ad Adi Genu, ad Afabet, Dekemhare, Embatkalla, Ghinda, Halib Mentel, Kuluku, Segneneyti, Senafe, Tokombia. In una “fetta” notevole di Eritrea prestano servizio le suore missionarie Comboniane. Arriva da loro il grido di dolore per tanti

Quei duemila volontari non violenti in mezzo alla violenza

Duemila volontari in 25 anni sono partiti per una presenza nonviolenta in 17 situazioni di guerra nel mondo. Sono per lo più giovani, che hanno scelto il servizio civile, e che vogliono provare un’esperienza forte, oppure persone in pensione, che

Quei duemila volontari non violenti in mezzo alla violenza

Duemila volontari in 25 anni sono partiti per una presenza nonviolenta in 17 situazioni di guerra nel mondo. Sono per lo più giovani, che hanno scelto il servizio civile, e che vogliono provare un’esperienza forte, oppure persone in pensione, che

Convegno nazionale Px Christi. C’è chi pratica la pace in mezzo ai conflitti

«Per praticare la nonviolenza, innanzitutto bisogna essere neri». Al mio sguardo stupito, Alberto Capannini si affretta a spiegare: «Significa appartenere a un popolo che soffre». Allora si può comprendere la sofferenza.Tutto qui? «No, se si trattasse di una torta, direi

Convegno nazionale Px Christi. C’è chi pratica la pace in mezzo ai conflitti

«Per praticare la nonviolenza, innanzitutto bisogna essere neri». Al mio sguardo stupito, Alberto Capannini si affretta a spiegare: «Significa appartenere a un popolo che soffre». Allora si può comprendere la sofferenza.Tutto qui? «No, se si trattasse di una torta, direi

Migranti, quando le notizie abbattono i muri

Nel 2016, il tema dell’immigrazione è entrato, in modo strutturale e pervasivo, nel sistema dell’informazione. Ma a parlarne sono per lo più gli esponenti politici e istituzionali, che compaiono nel 33% dei servizi sull’immigrazione andati in onda nei telegiornali di

Migranti, quando le notizie abbattono i muri

Nel 2016, il tema dell’immigrazione è entrato, in modo strutturale e pervasivo, nel sistema dell’informazione. Ma a parlarne sono per lo più gli esponenti politici e istituzionali, che compaiono nel 33% dei servizi sull’immigrazione andati in onda nei telegiornali di

“Musicare”, a Verona ritmo per gli anziani

Si chiama “Musicare”: è il progetto veronese di riabilitazione cognitiva per la terza età, promosso dalla onlus Medici per la Pace, in collaborazione con il Conservatorio “E.F. Dall’Abaco” e il Centro Servizi per anziani “Le Betulle”. Proprio in quest’ultima struttura,

“Musicare”, a Verona ritmo per gli anziani

Si chiama “Musicare”: è il progetto veronese di riabilitazione cognitiva per la terza età, promosso dalla onlus Medici per la Pace, in collaborazione con il Conservatorio “E.F. Dall’Abaco” e il Centro Servizi per anziani “Le Betulle”. Proprio in quest’ultima struttura,

“Ritmi e danze dal mondo”: da 21 anni crocevia di arti e culture

«Abbiamo iniziato con un gruppo senegalese, uno peruviano e uno italiano sul campo di calcio della parrocchia», racconta così gli esordi, don Bruno Baratto, incaricato nel 1996 dalla Diocesi di Treviso di occuparsi del festival “Ritmi e danze dal mondo”

“Ritmi e danze dal mondo”: da 21 anni crocevia di arti e culture

«Abbiamo iniziato con un gruppo senegalese, uno peruviano e uno italiano sul campo di calcio della parrocchia», racconta così gli esordi, don Bruno Baratto, incaricato nel 1996 dalla Diocesi di Treviso di occuparsi del festival “Ritmi e danze dal mondo”

Villafranca Veronese. Dalla parte dei poveri, sempre

«Forse ho amato più gli uomini che Dio»: una frase che ti spiazzerebbe se non venisse da Renzo Fior, che l’Abbé Pierre scelse personalmente come presidente di Emmaus internazionale dal 1999 al 2007, anno della scomparsa del fondatore. Al secolo

Villafranca Veronese. Dalla parte dei poveri, sempre

«Forse ho amato più gli uomini che Dio»: una frase che ti spiazzerebbe se non venisse da Renzo Fior, che l’Abbé Pierre scelse personalmente come presidente di Emmaus internazionale dal 1999 al 2007, anno della scomparsa del fondatore. Al secolo

Jesolo. L’africano Atohoun nuovo Presidente di Emmaus

Emmaus International, il Movimento mondiale per la lotta alla miseria, fondato a Parigi nel 1949 dall’Abbé Pierre (al secolo Henri Antoine Grouès), ha “incoronato” ieri il primo presidente africano. Patrick Atohoun è stato eletto da una larga maggioranza dei 350

Jesolo. L’africano Atohoun nuovo Presidente di Emmaus

Emmaus International, il Movimento mondiale per la lotta alla miseria, fondato a Parigi nel 1949 dall’Abbé Pierre (al secolo Henri Antoine Grouès), ha “incoronato” ieri il primo presidente africano. Patrick Atohoun è stato eletto da una larga maggioranza dei 350