Archivio della categoria: Chiesa

«Noi, dispensatori di carità» – «We, dispensers of charity»

Dopo l’ordinazione a Vicenza dei primi sette diaconi permanenti della Chiesa italiana, il 20 gennaio 1969, seguita un mese dopo da quella del diacono vicentino in servizio missionario a Crotone, Giuseppe Creazza, l’esperienza si diffonde in tutte le diocesi. Tra

«Noi, dispensatori di carità» – «We, dispensers of charity»

Dopo l’ordinazione a Vicenza dei primi sette diaconi permanenti della Chiesa italiana, il 20 gennaio 1969, seguita un mese dopo da quella del diacono vicentino in servizio missionario a Crotone, Giuseppe Creazza, l’esperienza si diffonde in tutte le diocesi. Tra

«Gli ultimi e i migranti, una seconda famiglia da accogliere e aiutare» – «The last and the migrants, a second family to welcome and help»

Roberto Bernasconi, dopo 39 anni di lavoro in un’azienda di borse e valigie, oggi che è in pensione, si divide fra la direzione della Caritas di Como e la famiglia: marito (dal 1891), padre di una ragazza che lo ammira

«Gli ultimi e i migranti, una seconda famiglia da accogliere e aiutare» – «The last and the migrants, a second family to welcome and help»

Roberto Bernasconi, dopo 39 anni di lavoro in un’azienda di borse e valigie, oggi che è in pensione, si divide fra la direzione della Caritas di Como e la famiglia: marito (dal 1891), padre di una ragazza che lo ammira

«Da militare in Marina a testimone del Vangelo accanto ai detenuti» – «From a military man in the Navy to a witness to the Gospel alongside prisoners»

«Non siamo tutti degli stinchi di santo. La vita di mare ti può anche deviare. Dipende da come la affronti. Per quanto mi riguarda, l’aver lavorato per la Marina mi ha dato tantissimo, e io ho dato alla Marina la

«Da militare in Marina a testimone del Vangelo accanto ai detenuti» – «From a military man in the Navy to a witness to the Gospel alongside prisoners»

«Non siamo tutti degli stinchi di santo. La vita di mare ti può anche deviare. Dipende da come la affronti. Per quanto mi riguarda, l’aver lavorato per la Marina mi ha dato tantissimo, e io ho dato alla Marina la

«Io, capitano d’azienda, alla guida della Caritas sui passi del Samaritano» – «I, company captain, lead Caritas in the footsteps of the Samaritan»

Di notte il lavoro, di giorno l’impegno sociale e la famiglia. Stefano Enzo, 59 anni, sposato con Cristina dal 1988, con la quale condivide fede e valori, una figlia di 24 anni, è un imprenditore veneziano del settore ittico. Ordinato

«Io, capitano d’azienda, alla guida della Caritas sui passi del Samaritano» – «I, company captain, lead Caritas in the footsteps of the Samaritan»

Di notte il lavoro, di giorno l’impegno sociale e la famiglia. Stefano Enzo, 59 anni, sposato con Cristina dal 1988, con la quale condivide fede e valori, una figlia di 24 anni, è un imprenditore veneziano del settore ittico. Ordinato

«A servizio in mezzo alla gente, giacca e cravatta come paramenti» – «In service among the people, jacket and tie as vestments»

«Il diacono è il prete della strada». E di strada Giuseppe Creazza ne ha percorsa parecchia – anche in senso letterale – nei suoi 81 anni di vita. A cominciare da quella che da Vicenza, dov’è nato, e dove ha

«A servizio in mezzo alla gente, giacca e cravatta come paramenti» – «In service among the people, jacket and tie as vestments»

«Il diacono è il prete della strada». E di strada Giuseppe Creazza ne ha percorsa parecchia – anche in senso letterale – nei suoi 81 anni di vita. A cominciare da quella che da Vicenza, dov’è nato, e dove ha

Vicenza culla dei diaconi – Vicenza cradle of deacons

Il diacontato, istituzione attestata nella Chiesa cattolica fin dal racconto degli Atti degli Apostoli e poi scomparso nella forma permanente, venne ripristinato dal Concilio Vaticano II. Nel 1969, nella Cattedrale di Vicenza – città dove ieri si è aperto il

Vicenza culla dei diaconi – Vicenza cradle of deacons

Il diacontato, istituzione attestata nella Chiesa cattolica fin dal racconto degli Atti degli Apostoli e poi scomparso nella forma permanente, venne ripristinato dal Concilio Vaticano II. Nel 1969, nella Cattedrale di Vicenza – città dove ieri si è aperto il

I diaconi permanenti a Vicenza – 50 anni di servizio di carità

La “buona novella” è che c’è una vocazione in controtendenza, perché in aumento. È la vocazione al diaconato. La “novella meno buona” è che attorno al termine “diacono” regna un po’ di confusione. Nell’immaginario collettivo, si tratta del primo grado

I diaconi permanenti a Vicenza – 50 anni di servizio di carità

La “buona novella” è che c’è una vocazione in controtendenza, perché in aumento. È la vocazione al diaconato. La “novella meno buona” è che attorno al termine “diacono” regna un po’ di confusione. Nell’immaginario collettivo, si tratta del primo grado

L’eredità di madre Tosi, contemplare nel mondo – Mother Tosi’s legacy, contemplating in the world

“Nel silenzio che mi avvolge, mi rendo conto con estrema chiarezza del come io venga usata per un compito che davvero mi supera. A volte mi sembra che per raggiungere determinate anime, il suo Spirito mi trapassi. Allora avverto che

L’eredità di madre Tosi, contemplare nel mondo – Mother Tosi’s legacy, contemplating in the world

“Nel silenzio che mi avvolge, mi rendo conto con estrema chiarezza del come io venga usata per un compito che davvero mi supera. A volte mi sembra che per raggiungere determinate anime, il suo Spirito mi trapassi. Allora avverto che

«Nell’universo vedo la mano di Dio» – «In the universe I see the hand of God»

Nell’universo vedo la mano di Dio, la sua gloria, la sua intelligenza, la sua bellezza. Ma questo è possibile solo se già credi». Non c’è contrapposizione fra scienza e fede per fratel Guy Consolmagno. «Papa Giovanni Paolo II scrisse una

«Nell’universo vedo la mano di Dio» – «In the universe I see the hand of God»

Nell’universo vedo la mano di Dio, la sua gloria, la sua intelligenza, la sua bellezza. Ma questo è possibile solo se già credi». Non c’è contrapposizione fra scienza e fede per fratel Guy Consolmagno. «Papa Giovanni Paolo II scrisse una

Il “presepe” per narrare il mistero della Pasqua – The “crib” to narrate the mystery of Easter

«Il presepe pasquale è una rappresentazione che intende aiutare il fedele a comprendere meglio il mistero della Pasqua – centro della vita della Chiesa -; è un segno che dona speranza e un modo nuovo per evangelizzare coniugando arte e

Il “presepe” per narrare il mistero della Pasqua – The “crib” to narrate the mystery of Easter

«Il presepe pasquale è una rappresentazione che intende aiutare il fedele a comprendere meglio il mistero della Pasqua – centro della vita della Chiesa -; è un segno che dona speranza e un modo nuovo per evangelizzare coniugando arte e