Archivio della categoria: Cultura

Pubblicato il mio nuovo libro. “Ne uccide più la lingua che il Covid” – My new book is published. “The tongue kills more than the Covid”

È uscito il mio nuovo libro. Lo trovate su Amazon. Scaricate, scaricate, scaricate. Perché anche se il lockdown sta per finire, bisogna continuare a leggere. Questo libro parla della comunicazione giornalistica e istituzionale al tempo della pandemia da Coronavirus. Parte

Pubblicato il mio nuovo libro. “Ne uccide più la lingua che il Covid” – My new book is published. “The tongue kills more than the Covid”

È uscito il mio nuovo libro. Lo trovate su Amazon. Scaricate, scaricate, scaricate. Perché anche se il lockdown sta per finire, bisogna continuare a leggere. Questo libro parla della comunicazione giornalistica e istituzionale al tempo della pandemia da Coronavirus. Parte

«Ho girato il mondo sulla scia di Magellano» – «I traveled the world in the wake of Magellan»

Imbarcato quasi per caso, il vicentino Antonio Pigafetta è diventato il cronista ufficiale della spedizione di Ferdinando Magellano. “Oltre i confini del mondo” (Harper-Collins), come si intitola il libro del newyorkese Laurence Bergreen, rievoca quell’avventura. Uscito nel 2003 e aggiornato

«Ho girato il mondo sulla scia di Magellano» – «I traveled the world in the wake of Magellan»

Imbarcato quasi per caso, il vicentino Antonio Pigafetta è diventato il cronista ufficiale della spedizione di Ferdinando Magellano. “Oltre i confini del mondo” (Harper-Collins), come si intitola il libro del newyorkese Laurence Bergreen, rievoca quell’avventura. Uscito nel 2003 e aggiornato

La nuova Medea ha il volto di Romina Mondello – The new Medea has the face of Romina Mondello

Preferirei tre volte morire in battaglia che partorire una sola»: pubblico entusiasta alla prima di Vicenza al Teatro Olimpico per Romina Mondello, interprete di Medea, in un adattamento del testo di Euripide, in scena al Teatro Menotti di Milano dal

La nuova Medea ha il volto di Romina Mondello – The new Medea has the face of Romina Mondello

Preferirei tre volte morire in battaglia che partorire una sola»: pubblico entusiasta alla prima di Vicenza al Teatro Olimpico per Romina Mondello, interprete di Medea, in un adattamento del testo di Euripide, in scena al Teatro Menotti di Milano dal

Vicenza, i Classici all’Olimpico. Straniera, maga, anticonformista: Medea – Vicenza, the Classics at the Olimpico. Foreigner, sorceress, nonconformist: Medea

Noi donne, fra tutti gli esseri animati e dotati di sicuro senno, siamo certo le creature più misere. Da prima con un’enorme quantità di soldi è necessario acquistarsi un marito, prendersi uno che si fa padrone del nostro corpo. (…)

Vicenza, i Classici all’Olimpico. Straniera, maga, anticonformista: Medea – Vicenza, the Classics at the Olimpico. Foreigner, sorceress, nonconformist: Medea

Noi donne, fra tutti gli esseri animati e dotati di sicuro senno, siamo certo le creature più misere. Da prima con un’enorme quantità di soldi è necessario acquistarsi un marito, prendersi uno che si fa padrone del nostro corpo. (…)

Recitazione, musica e balletti: pennellate sul Cenacolo di Leonardo

Si apre il sipario e sulla parte alta del palcoscenico è appeso un grande involucro; il lenzuolo che avvolge questa “cosa” lascia intravedere solo delle sagome di persone. Scopriremo poi che si tratta del “Cenacolo” di Leonardo, a cui è

Recitazione, musica e balletti: pennellate sul Cenacolo di Leonardo

Si apre il sipario e sulla parte alta del palcoscenico è appeso un grande involucro; il lenzuolo che avvolge questa “cosa” lascia intravedere solo delle sagome di persone. Scopriremo poi che si tratta del “Cenacolo” di Leonardo, a cui è

Monte Berico. Con l’arte l’abbraccio a Maria – With art, I embrace Mary

I conflitti di ieri e quelli di oggi hanno scolpito sui volti di tante madri lo stesso dolore di Maria ai piedi della croce. A Vicenza centinaia di persone quotidianamente offrono le proprie sofferenze alla Madonna di Monte Berico, riponendo

Monte Berico. Con l’arte l’abbraccio a Maria – With art, I embrace Mary

I conflitti di ieri e quelli di oggi hanno scolpito sui volti di tante madri lo stesso dolore di Maria ai piedi della croce. A Vicenza centinaia di persone quotidianamente offrono le proprie sofferenze alla Madonna di Monte Berico, riponendo

San Francesco e il Sultano, sfida per il mondo – Saint Francis and the Sultan, challenge for the world

«Questo incontro ci insegna a guardare nel volto dell’altro. Chiunque sia l’altro, per il cristiano non è un estraneo o un immigrato, ma un fratello». L’incontro di cui parla padre Enzo Fortunato, direttore della sala stampa della Basilica di San

San Francesco e il Sultano, sfida per il mondo – Saint Francis and the Sultan, challenge for the world

«Questo incontro ci insegna a guardare nel volto dell’altro. Chiunque sia l’altro, per il cristiano non è un estraneo o un immigrato, ma un fratello». L’incontro di cui parla padre Enzo Fortunato, direttore della sala stampa della Basilica di San

#200infinito Lettura collettiva – Collective reading

Domani, in occasione del bicentenario dell’Infinito di Giacomo Leopardi, a Recanati, nella Piazzuola del Sabato del Villaggio, su cui si affaccia la sua casa natale, e lungo tutto il centro storico, 2.800 studenti prenderanno parte a una lettura collettiva de

#200infinito Lettura collettiva – Collective reading

Domani, in occasione del bicentenario dell’Infinito di Giacomo Leopardi, a Recanati, nella Piazzuola del Sabato del Villaggio, su cui si affaccia la sua casa natale, e lungo tutto il centro storico, 2.800 studenti prenderanno parte a una lettura collettiva de

Preghiera a Dio

«Fa’ sì che le piccole differenze tra i vestiti che coprono i nostri deboli corpi, tra tutte le nostre lingue inadeguate, tra tutte le nostre usanze ridicole, tra tutte le nostre leggi imperfette, tra tutte le nostre opinioni insensate, tra

Preghiera a Dio

«Fa’ sì che le piccole differenze tra i vestiti che coprono i nostri deboli corpi, tra tutte le nostre lingue inadeguate, tra tutte le nostre usanze ridicole, tra tutte le nostre leggi imperfette, tra tutte le nostre opinioni insensate, tra

Verona. In carcere l’Inferno di Dante si fa preghiera – In prison, Dante’s Inferno becomes prayer

«Io le chiamo le mie due ore d’aria settimanali. Perché devo obbligatoriamente depositare il cellulare e questo è benefico, ma soprattutto perché respiro umanità, pur nelle furbizie, nell’opportunismo, che nella condizione carceraria ci sono e non vanno negati». Parla così

Verona. In carcere l’Inferno di Dante si fa preghiera – In prison, Dante’s Inferno becomes prayer

«Io le chiamo le mie due ore d’aria settimanali. Perché devo obbligatoriamente depositare il cellulare e questo è benefico, ma soprattutto perché respiro umanità, pur nelle furbizie, nell’opportunismo, che nella condizione carceraria ci sono e non vanno negati». Parla così