Archivio della categoria: Editoriale

Quando i figli assistono all’orrore – When the children watch the horror

Ogni volta che si verifica un omicidio-suicidio – questa settimana, sia a Foggia che a Livorno – ritorno con la mente al primo servizio che fui mandata a coprire come giovane cronista di nera. Un uomo aveva ammazzato la moglie

Quando i figli assistono all’orrore – When the children watch the horror

Ogni volta che si verifica un omicidio-suicidio – questa settimana, sia a Foggia che a Livorno – ritorno con la mente al primo servizio che fui mandata a coprire come giovane cronista di nera. Un uomo aveva ammazzato la moglie

Siria. Guerra permanente – Syria. Permanent war – سوريا. الحرب الدائمة

Circa un mese fa Assad si praclamava vincitore in Siria. Il califfato è ritenuto morto, anche se della maggioranza dei terroristi si son perse le tracce. È finita dunque la guerra? Nei giorni scorsi un centro sanitario supportato da Medici

Siria. Guerra permanente – Syria. Permanent war – سوريا. الحرب الدائمة

Circa un mese fa Assad si praclamava vincitore in Siria. Il califfato è ritenuto morto, anche se della maggioranza dei terroristi si son perse le tracce. È finita dunque la guerra? Nei giorni scorsi un centro sanitario supportato da Medici

Persone, non numeri. Un nome ti emoziona, un numero si dimentica – People, not numbers. A name excites you, a number is forgotten

Negli anni ’95-’98 lavoravo in televisione. Praticamente ogni lunedì davamo la conta dei ragazzi morti sulla strada dopo la discoteca. Ricordo un week-end, 70 morti, una strage. Ho iniziato come cronista di nera, e ho fatto quello che tutti i

Persone, non numeri. Un nome ti emoziona, un numero si dimentica – People, not numbers. A name excites you, a number is forgotten

Negli anni ’95-’98 lavoravo in televisione. Praticamente ogni lunedì davamo la conta dei ragazzi morti sulla strada dopo la discoteca. Ricordo un week-end, 70 morti, una strage. Ho iniziato come cronista di nera, e ho fatto quello che tutti i

Il confine dell’Europa si è spostato a sud della Libia – The border of Europe has moved south of Libya – لقد تحركت حدود أوروبا جنوب ليبيا

Il confine dell’Europa si è spostato a sud della Libia. Una sorta di terra di mezzo, che chi vuole provare la via del Mediterraneo, deve attraversare. E che poi deve attraversare al contrario, se rimandato indietro. È il territorio del Fezzan,

Il confine dell’Europa si è spostato a sud della Libia – The border of Europe has moved south of Libya – لقد تحركت حدود أوروبا جنوب ليبيا

Il confine dell’Europa si è spostato a sud della Libia. Una sorta di terra di mezzo, che chi vuole provare la via del Mediterraneo, deve attraversare. E che poi deve attraversare al contrario, se rimandato indietro. È il territorio del Fezzan,

Febbraio 1938: Mussolini decide di “elaborare una dottrina scientifica della razza”

Nel febbraio 1938 Mussolini convocò nel suo studio un giovane antropologo, Guido Landra, affinché costituisse un comitato per lo studio e l’organizzazione di una campagna razziale. L’obiettivo era “elaborare una dottrina scientifica della razza” che giustificasse agli occhi dell’opinione pubblica

Febbraio 1938: Mussolini decide di “elaborare una dottrina scientifica della razza”

Nel febbraio 1938 Mussolini convocò nel suo studio un giovane antropologo, Guido Landra, affinché costituisse un comitato per lo studio e l’organizzazione di una campagna razziale. L’obiettivo era “elaborare una dottrina scientifica della razza” che giustificasse agli occhi dell’opinione pubblica

Tunisia. Ancora fuoco alle polveri – Tunisia. Still fire to the powders – تونس. لا يزال النار في مساحيق

Da giorni si protesta in Tunisia, Paese considerato l’unico ad aver risolto positivamente la “primavera araba”. Ma la transizione politica dal presidente-dittatore Ben Ali ad una coalizione che corrisponde al quadro di una Repubblica costituzionale democratica, non ha portato con

Tunisia. Ancora fuoco alle polveri – Tunisia. Still fire to the powders – تونس. لا يزال النار في مساحيق

Da giorni si protesta in Tunisia, Paese considerato l’unico ad aver risolto positivamente la “primavera araba”. Ma la transizione politica dal presidente-dittatore Ben Ali ad una coalizione che corrisponde al quadro di una Repubblica costituzionale democratica, non ha portato con

Iran. Proteste finite? – Iran. Protests ended? – إيران. انتھت الاحتجاجات؟

Secondo i Pasdaran le proteste in Iran sono finite. Esito – sicuramente aiutato dalla repressione – ma che verificheremo nei prossimi giorni. Il regime ha parlato di “architetti esterni”, ovvero Usa, Israele e Arabia Saudita. I quali hanno subito smentito.

Iran. Proteste finite? – Iran. Protests ended? – إيران. انتھت الاحتجاجات؟

Secondo i Pasdaran le proteste in Iran sono finite. Esito – sicuramente aiutato dalla repressione – ma che verificheremo nei prossimi giorni. Il regime ha parlato di “architetti esterni”, ovvero Usa, Israele e Arabia Saudita. I quali hanno subito smentito.

Il 2018 è qui. Forza, un po’ di sano entusiasmo sessantottino di cambiare il mondo

Cari amici/amiche l’anno va a finire. Stasera si festeggia e domani sarà… esattamente come oggi e come ieri. Ma tant’è. Nel 2018 ricorrono i cinquant’anni dal 1968, un anno – così come il 69-70 – che ha segnato la nostra

Il 2018 è qui. Forza, un po’ di sano entusiasmo sessantottino di cambiare il mondo

Cari amici/amiche l’anno va a finire. Stasera si festeggia e domani sarà… esattamente come oggi e come ieri. Ma tant’è. Nel 2018 ricorrono i cinquant’anni dal 1968, un anno – così come il 69-70 – che ha segnato la nostra

Dall’Iraq alla Libia. È la guerra, bellezza!

12 novembre 2003, Nassiriya (الناصرية‎), Iraq. Un camion cisterna, guidato da due kamikaze, si fa esplodere davanti alla base militare italiana “Maestrale”. Muoiono 28 persone, di cui 19 italiani (2 civili, 5 militari dell’Esercito, 12 carabinieri), e ci sono 58

Dall’Iraq alla Libia. È la guerra, bellezza!

12 novembre 2003, Nassiriya (الناصرية‎), Iraq. Un camion cisterna, guidato da due kamikaze, si fa esplodere davanti alla base militare italiana “Maestrale”. Muoiono 28 persone, di cui 19 italiani (2 civili, 5 militari dell’Esercito, 12 carabinieri), e ci sono 58

Medio Oriente. Venti di guerra Arabia Saudita-Iran

Riassunto degli ultimi avvenimenti. L’Iran è sotto attacco: due attentati suicidi, al Parlamento e al mausoleo dell’ayatollah Khomeini (fonte: Mehr News, agenzia di stampa iraniana). Stavolta l’obiettivo non era quello di fare vittime civili, bensì di colpire due luoghi simbolo:

Medio Oriente. Venti di guerra Arabia Saudita-Iran

Riassunto degli ultimi avvenimenti. L’Iran è sotto attacco: due attentati suicidi, al Parlamento e al mausoleo dell’ayatollah Khomeini (fonte: Mehr News, agenzia di stampa iraniana). Stavolta l’obiettivo non era quello di fare vittime civili, bensì di colpire due luoghi simbolo: