Archivio della categoria: Notizia

Don Gianantonio, un amico – Don Gianantonio, a friend

«Direi che mi sento bene, anche se un mese fa ho avuto un paio di notti difficili, ho rivissuto qualche paura, poi per fortuna ho ricominciato a dormire. Certo, i rumori notturni un po’ mi agitano. Tuttavia, dal punto di

Don Gianantonio, un amico – Don Gianantonio, a friend

«Direi che mi sento bene, anche se un mese fa ho avuto un paio di notti difficili, ho rivissuto qualche paura, poi per fortuna ho ricominciato a dormire. Certo, i rumori notturni un po’ mi agitano. Tuttavia, dal punto di

Morto Kofi Annan – Dead Kofi Annan

Durante il suo mandato, al Qaeda ha colpito l’America al cuore, gli Stati Uniti hanno invaso l’Afghanistan e l’Iraq (azione che egli definì “illegale”), la Guerra Fredda è stata “sostituita” dalla lotta alla militanza islamica. E’ morto stamattina, a 80

Morto Kofi Annan – Dead Kofi Annan

Durante il suo mandato, al Qaeda ha colpito l’America al cuore, gli Stati Uniti hanno invaso l’Afghanistan e l’Iraq (azione che egli definì “illegale”), la Guerra Fredda è stata “sostituita” dalla lotta alla militanza islamica. E’ morto stamattina, a 80

Nonostante l’introduzione della patente, la vita delle donne arabe continua ad essere dura – Despite the introduction of the license, the life of Arab women continues to be harsh

Samar Badawi e Nassima al-Sadah, attiviste per i diritti umane, sono le ultime due vittime della repressione che ha preso piede in Arabia Saudita nel periodo precedente l’abolizione del divieto di guida per le donne. La denuncia del loro arresto,

Nonostante l’introduzione della patente, la vita delle donne arabe continua ad essere dura – Despite the introduction of the license, the life of Arab women continues to be harsh

Samar Badawi e Nassima al-Sadah, attiviste per i diritti umane, sono le ultime due vittime della repressione che ha preso piede in Arabia Saudita nel periodo precedente l’abolizione del divieto di guida per le donne. La denuncia del loro arresto,

La morte ha spento la sete di giustizia di Hatidza – Death has extinguished Hatidza’s thirst for justice

Non ha mai chiesto vendetta. Qualche giorno fa è morta senza clamore così come senza clamore aveva vissuto, Hatidza Mehmedovic, fondatrice e per molti anni presidente dell’associazione Madri di Srebrenica. Nel massacro dell’11 luglio 1995 aveva perso il marito, entrambi

La morte ha spento la sete di giustizia di Hatidza – Death has extinguished Hatidza’s thirst for justice

Non ha mai chiesto vendetta. Qualche giorno fa è morta senza clamore così come senza clamore aveva vissuto, Hatidza Mehmedovic, fondatrice e per molti anni presidente dell’associazione Madri di Srebrenica. Nel massacro dell’11 luglio 1995 aveva perso il marito, entrambi

Minori vittime di tratta – Minor victims of trafficking

Circa il 28% delle vittime di tratta identificate a livello mondiale sono bambini. I dati, dell’UNICEF e del Gruppo di Coordinamento Interagenzia contro la Tratta di esseri umani (ICAT), sono stati resi noti oggi Giornata mondiale contro la tratta di

Minori vittime di tratta – Minor victims of trafficking

Circa il 28% delle vittime di tratta identificate a livello mondiale sono bambini. I dati, dell’UNICEF e del Gruppo di Coordinamento Interagenzia contro la Tratta di esseri umani (ICAT), sono stati resi noti oggi Giornata mondiale contro la tratta di

Mandela: «L’amore, per il cuore umano, è più naturale dell’odio» – Mandela: «Love, for the human heart, is more natural than hatred»

«Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l’amore, per il cuore umano,

Mandela: «L’amore, per il cuore umano, è più naturale dell’odio» – Mandela: «Love, for the human heart, is more natural than hatred»

«Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l’amore, per il cuore umano,

Good news. Cristina Cattafesta è libera – Good news. Cristina Cattafesta is free

GOOD NEWS. Non vi avevo ancora dato la bella notizia. Cristina Cattafesta, l’attivista del Cisda (Coordinamento donne afghane) fermata a Istanbul – dov’era in qualità di Osservatrice Internazionale per le elezioni presidenziali e parlamentari -, il 6 luglio è finalmente

Good news. Cristina Cattafesta è libera – Good news. Cristina Cattafesta is free

GOOD NEWS. Non vi avevo ancora dato la bella notizia. Cristina Cattafesta, l’attivista del Cisda (Coordinamento donne afghane) fermata a Istanbul – dov’era in qualità di Osservatrice Internazionale per le elezioni presidenziali e parlamentari -, il 6 luglio è finalmente

Egitto, Cairo. Giovani musulmani domano un incendio alla chiesa copta ortodossa di Anba Makar – Egypt, Cairo. Young Muslims rule a fire at the Coptic Orthodox Church of Anba Makar

A Shubra al Khaymah, zona ovest del Cairo, la notte scorsa, un incendio ha interessato la chiesa copta ortodossa di Anba Makar. A lanciare l’allarme è stato lo Sheikh El Jamea, imam della moschea vicina, che ha chiamato a raccolta

Egitto, Cairo. Giovani musulmani domano un incendio alla chiesa copta ortodossa di Anba Makar – Egypt, Cairo. Young Muslims rule a fire at the Coptic Orthodox Church of Anba Makar

A Shubra al Khaymah, zona ovest del Cairo, la notte scorsa, un incendio ha interessato la chiesa copta ortodossa di Anba Makar. A lanciare l’allarme è stato lo Sheikh El Jamea, imam della moschea vicina, che ha chiamato a raccolta

Piacenza. “Srebrenica Refugees: Never Forgot”

Ricordare la Giornata mondiale del migrante e fare memoria del genocidio di Srebrenica in un unico evento, porta ad alcune considerazioni. La prima è che la discriminazione cresce gradualmente, subdolamente alimentata dal chiacchiericcio di chi fa dell’altro un nemico, per

Piacenza. “Srebrenica Refugees: Never Forgot”

Ricordare la Giornata mondiale del migrante e fare memoria del genocidio di Srebrenica in un unico evento, porta ad alcune considerazioni. La prima è che la discriminazione cresce gradualmente, subdolamente alimentata dal chiacchiericcio di chi fa dell’altro un nemico, per

Moschee aperte e cena per tutti – Open mosques and dinner for everyone

A proposito di sermoni in italiano, imam “di casa nostra” e trasparenza delle attività, domenica scorsa a Torino, 13 fra moschee e luoghi di culto musulmani sono rimasti aperti tutto il giorno per visite, convegni e dibattiti. La giornata, voluta

Moschee aperte e cena per tutti – Open mosques and dinner for everyone

A proposito di sermoni in italiano, imam “di casa nostra” e trasparenza delle attività, domenica scorsa a Torino, 13 fra moschee e luoghi di culto musulmani sono rimasti aperti tutto il giorno per visite, convegni e dibattiti. La giornata, voluta