Archivio della categoria: Riflessione

Il successo politico è un’altra cosa – Political success is something else

Ma com’è successo che l’Italia che ha dato i natali a Leonardo Da Vinci, Michelangelo, Botticelli, Caravaggio sia caduta così in basso da ritenere un successo politico lasciare in mezzo al mare 40 persone? Al netto della questione umanitaria che

Il successo politico è un’altra cosa – Political success is something else

Ma com’è successo che l’Italia che ha dato i natali a Leonardo Da Vinci, Michelangelo, Botticelli, Caravaggio sia caduta così in basso da ritenere un successo politico lasciare in mezzo al mare 40 persone? Al netto della questione umanitaria che

Quei rapimenti troppo scomodi – Those kidnappings too inconvenient

Ci sono rapimenti e… rapimenti. Rapiti di serie A (che provocano grande mobilitazione) e di serie B (che vengono presto dimenticati, con la scusa “meglio il silenzio per non compromettere la trattativa”). Di solito quelli di serie A sono ai

Quei rapimenti troppo scomodi – Those kidnappings too inconvenient

Ci sono rapimenti e… rapimenti. Rapiti di serie A (che provocano grande mobilitazione) e di serie B (che vengono presto dimenticati, con la scusa “meglio il silenzio per non compromettere la trattativa”). Di solito quelli di serie A sono ai

Oggi freelance fa rima con precario – Today freelance rhymes with precarious

“Che cosa fai nella vita?” “Sono una freelance”. Questa parolina che sembra tanto trendy, in realtà ha molto a vedere con la deriva della flessibilità, ovvero la precarietà. Perché il freelance in Italia non gode di alcuna protezione (accendere un

Oggi freelance fa rima con precario – Today freelance rhymes with precarious

“Che cosa fai nella vita?” “Sono una freelance”. Questa parolina che sembra tanto trendy, in realtà ha molto a vedere con la deriva della flessibilità, ovvero la precarietà. Perché il freelance in Italia non gode di alcuna protezione (accendere un

Ilaria Alpi, e quello che volevamo diventare – Ilaria Alpi, and what we wanted to become

Era nata il 24 maggio 1961 ed è morta il 20 marzo 1994. Di chiunque si direbbe “troppo giovane”. Nel suo caso però la vicenda è ben più complessa. Ilaria Alpi, invita del TG3 viene assassinata a Mogadiscio (Somalia) assieme

Ilaria Alpi, e quello che volevamo diventare – Ilaria Alpi, and what we wanted to become

Era nata il 24 maggio 1961 ed è morta il 20 marzo 1994. Di chiunque si direbbe “troppo giovane”. Nel suo caso però la vicenda è ben più complessa. Ilaria Alpi, invita del TG3 viene assassinata a Mogadiscio (Somalia) assieme

La memoria monito per il futuro – The memory warning for the future

A chi gli chiedeva perché lui e Francesca non mettessero al mondo un figlio, Giovanni rispondeva: «Perché non si fanno orfani». Invece da quel 23 maggio 1992, siamo tutti orfani. Perché con la morte del giudice Falcone e due mesi

La memoria monito per il futuro – The memory warning for the future

A chi gli chiedeva perché lui e Francesca non mettessero al mondo un figlio, Giovanni rispondeva: «Perché non si fanno orfani». Invece da quel 23 maggio 1992, siamo tutti orfani. Perché con la morte del giudice Falcone e due mesi

Ebrei, cristiani, musulmani: questo è un tempo benedetto – Jews, Christians, Muslims: this is a blessed time

Ieri è iniziata la festa ebraica di Pesach e terminerà sabato 27 aprile. Pesach è la festa della liberazione del popolo di Israele dall’Egitto. E ieri è stato anche il Venerdì Santo nelle Chiese occidentali, che ricorda il giorno della

Ebrei, cristiani, musulmani: questo è un tempo benedetto – Jews, Christians, Muslims: this is a blessed time

Ieri è iniziata la festa ebraica di Pesach e terminerà sabato 27 aprile. Pesach è la festa della liberazione del popolo di Israele dall’Egitto. E ieri è stato anche il Venerdì Santo nelle Chiese occidentali, che ricorda il giorno della

Marzo, mese privilegiato per “dichiarare” guerra – March, a privileged month to “declare” war

Nella notte del 24 marzo 1999, la Nato con l’operazione Allied Force, scatenava i bombardamenti aerei su Serbia, Montenegro e Kosovo, per punire il presidente serbo Slobodan Milosevic e far cessare la violenza della sua polizia sulle popolazioni kosovare di

Marzo, mese privilegiato per “dichiarare” guerra – March, a privileged month to “declare” war

Nella notte del 24 marzo 1999, la Nato con l’operazione Allied Force, scatenava i bombardamenti aerei su Serbia, Montenegro e Kosovo, per punire il presidente serbo Slobodan Milosevic e far cessare la violenza della sua polizia sulle popolazioni kosovare di

Ma dove stiamo andando? – But where are we going?

La mia profonda vicinanza agli amici musulmani per la tragedia che oggi ha colpito la Nuova Zelanda: 49 morti e 31 feriti al momento il bilancio dell’attacco terroristico a due moschee. Lasciatemi per prima cosa dire che uccidere delle persone

Ma dove stiamo andando? – But where are we going?

La mia profonda vicinanza agli amici musulmani per la tragedia che oggi ha colpito la Nuova Zelanda: 49 morti e 31 feriti al momento il bilancio dell’attacco terroristico a due moschee. Lasciatemi per prima cosa dire che uccidere delle persone

Adrenalina? No, ricerca del sacro – Adrenaline? No, searching for the sacred

Quando – raramente – racconto delle mie esperienze in Africa o in Afghanistan, o in Siria, la prima domanda che mi viene fatta è: cerchi l’adrenalina? E io rispondo di no, perché se cercassi l’adrenalina, mi farei un giro sulle

Adrenalina? No, ricerca del sacro – Adrenaline? No, searching for the sacred

Quando – raramente – racconto delle mie esperienze in Africa o in Afghanistan, o in Siria, la prima domanda che mi viene fatta è: cerchi l’adrenalina? E io rispondo di no, perché se cercassi l’adrenalina, mi farei un giro sulle

In cammino con i poveri – Walking with the poor

Da sempre i piedi sono stati il mezzo di trasporto dei poveri. Oggi da più parti si riscoprono i cammini. L’abbiamo visto in questi giorni al Meet Tourism di Lucca. Si cammina in Italia sulla Francigena, coast to coast, sulla

In cammino con i poveri – Walking with the poor

Da sempre i piedi sono stati il mezzo di trasporto dei poveri. Oggi da più parti si riscoprono i cammini. L’abbiamo visto in questi giorni al Meet Tourism di Lucca. Si cammina in Italia sulla Francigena, coast to coast, sulla