Articoli con tag: don Giovanni Sandonà

Vicenza. Crisi, in sei anni 90mila persone in fila alla Caritas – Crisis, in six years 90 thousand people lined up at Caritas

Francesca – il nome è di fantasia, a tutela della privacy – è madre di due figli. La sua è una delle famiglie aiutate dalla Caritas Vicentina dal 2008 ad oggi, un periodo di tempo che ha determinato un impegno

Vicenza. Crisi, in sei anni 90mila persone in fila alla Caritas – Crisis, in six years 90 thousand people lined up at Caritas

Francesca – il nome è di fantasia, a tutela della privacy – è madre di due figli. La sua è una delle famiglie aiutate dalla Caritas Vicentina dal 2008 ad oggi, un periodo di tempo che ha determinato un impegno

Vicenza – Crisi, in sei anni 90mila persone in fila alla Caritas

Francesca – il nome è di fantasia, a tutela della privacy – è madre di due figli. La sua è una delle famiglie aiutate dalla Caritas Vicentina dal 2008 ad oggi, un periodo di tempo che ha determinato un impegno

Vicenza – Crisi, in sei anni 90mila persone in fila alla Caritas

Francesca – il nome è di fantasia, a tutela della privacy – è madre di due figli. La sua è una delle famiglie aiutate dalla Caritas Vicentina dal 2008 ad oggi, un periodo di tempo che ha determinato un impegno

Lampedusa. Il prima e dopo di una tragedia annunciata

«Ma è mai possibile che ci prenda sempre di sorpresa»?. Me lo disse qualche tempo fa la regista Francesca Archibugi, parlando del terremoto in Umbria, su cui lei aveva realizzato un docu-film. Perché poi c’è stato l’Abruzzo.  «Ti viene da

Lampedusa. Il prima e dopo di una tragedia annunciata

«Ma è mai possibile che ci prenda sempre di sorpresa»?. Me lo disse qualche tempo fa la regista Francesca Archibugi, parlando del terremoto in Umbria, su cui lei aveva realizzato un docu-film. Perché poi c’è stato l’Abruzzo.  «Ti viene da

La radicalità evangelica futuro della Chiesa

«Aver scelto “l’isola della speranza per tanti migranti” come primo viaggio è un segno profetico: papa Francesco ha voluto collocare il suo ministero in quel luogo, simbolo di povertà, di esclusione e di morte. È voluto andare di persona in

La radicalità evangelica futuro della Chiesa

«Aver scelto “l’isola della speranza per tanti migranti” come primo viaggio è un segno profetico: papa Francesco ha voluto collocare il suo ministero in quel luogo, simbolo di povertà, di esclusione e di morte. È voluto andare di persona in