Articoli con tag: Donne

Tratta, nuova schiavitù – Treats, new slavery

L’8 febbraio, memoria liturgica di santa Bakhita, suora canossiana di origine sudanese, con un passato da schiava, si celebra la Giornata mondiale di preghiera contro la tratta degli esseri umani e lo sfruttamento sessuale. Ricordo che è la domanda che

Tratta, nuova schiavitù – Treats, new slavery

L’8 febbraio, memoria liturgica di santa Bakhita, suora canossiana di origine sudanese, con un passato da schiava, si celebra la Giornata mondiale di preghiera contro la tratta degli esseri umani e lo sfruttamento sessuale. Ricordo che è la domanda che

Afghanistan. Tornano i talebani. E le donne? – Afghanistan. The Taliban returns. And women?

“Per la sopravvivenza di uomini autoritari ci vogliono inevitabilmente donne sottomesse che stiano al loro gioco. Fino al giorno in cui se ne vanno” (Marcela Serrano). Nel 2006, le donne afghane festeggiarono la caduta del regime dei talebani, togliendosi i

Afghanistan. Tornano i talebani. E le donne? – Afghanistan. The Taliban returns. And women?

“Per la sopravvivenza di uomini autoritari ci vogliono inevitabilmente donne sottomesse che stiano al loro gioco. Fino al giorno in cui se ne vanno” (Marcela Serrano). Nel 2006, le donne afghane festeggiarono la caduta del regime dei talebani, togliendosi i

Franca Viola e Rosa Parks: eroine dei diritti – Franca Viola and Rosa Parks: heroines of rights

Ad inizio dicembre ricordiamo il coraggio di due grandi donne, che con le loro scelte hanno cambiato la storia. Lasciamoci ispirare, perché la strada dei diritti civili è ancora lunga. Il 4 dicembre Franca Viola ha festeggiato il cinquantesimo di

Franca Viola e Rosa Parks: eroine dei diritti – Franca Viola and Rosa Parks: heroines of rights

Ad inizio dicembre ricordiamo il coraggio di due grandi donne, che con le loro scelte hanno cambiato la storia. Lasciamoci ispirare, perché la strada dei diritti civili è ancora lunga. Il 4 dicembre Franca Viola ha festeggiato il cinquantesimo di

“Prenditi cura di te”, una rete sul territorio – “Take care of yourself”, a network on the territory

«Sono sul divano a guardare la tv, sento la chiave che gira nella toppa, mi manca il respiro». «Eccolo, sta arrivando. Il pranzo ancora non è pronto. Ho paura». «La violenza ha mille risvolti, non è solo fisica. Ci sono

“Prenditi cura di te”, una rete sul territorio – “Take care of yourself”, a network on the territory

«Sono sul divano a guardare la tv, sento la chiave che gira nella toppa, mi manca il respiro». «Eccolo, sta arrivando. Il pranzo ancora non è pronto. Ho paura». «La violenza ha mille risvolti, non è solo fisica. Ci sono

La violenza psicologica non va sottovalutata – Psychological violence should not be underestimated

Sarò impopolare, ma a me la retorica del 25 novembre non convince. La violenza è qualcosa di maledettamente serio; non bastano slogan, citazioni trite e ritrite, scarpe rosse, foto con i lividi e manifestazioni. E’ un problema culturale? Probabilmente sì,

La violenza psicologica non va sottovalutata – Psychological violence should not be underestimated

Sarò impopolare, ma a me la retorica del 25 novembre non convince. La violenza è qualcosa di maledettamente serio; non bastano slogan, citazioni trite e ritrite, scarpe rosse, foto con i lividi e manifestazioni. E’ un problema culturale? Probabilmente sì,

Quando la vittima lo è anche di certa stampa – When the victim is also a certain press

D’accordo con la collega. La vittima è vittima due volte, perché di lei a nessuno interessa, anzi, aleggia l’idea che – sotto sotto – se l’è andata a cercare. Chi ha ammazzato invece è degno di scusanti. C’è sempre qualcosa

Quando la vittima lo è anche di certa stampa – When the victim is also a certain press

D’accordo con la collega. La vittima è vittima due volte, perché di lei a nessuno interessa, anzi, aleggia l’idea che – sotto sotto – se l’è andata a cercare. Chi ha ammazzato invece è degno di scusanti. C’è sempre qualcosa

Nonostante l’introduzione della patente, la vita delle donne arabe continua ad essere dura – Despite the introduction of the license, the life of Arab women continues to be harsh

Samar Badawi e Nassima al-Sadah, attiviste per i diritti umane, sono le ultime due vittime della repressione che ha preso piede in Arabia Saudita nel periodo precedente l’abolizione del divieto di guida per le donne. La denuncia del loro arresto,

Nonostante l’introduzione della patente, la vita delle donne arabe continua ad essere dura – Despite the introduction of the license, the life of Arab women continues to be harsh

Samar Badawi e Nassima al-Sadah, attiviste per i diritti umane, sono le ultime due vittime della repressione che ha preso piede in Arabia Saudita nel periodo precedente l’abolizione del divieto di guida per le donne. La denuncia del loro arresto,

La pace è donna – Peace is a woman

La pace è donna. Lo ricorda il South Sudan Women Coalition, sodalizio di attiviste della società civile che chiede di partecipare ai negoziati per la fine del conflitto armato in Sud Sudan. Dop quarant’anni di guerra civile fra nord e

La pace è donna – Peace is a woman

La pace è donna. Lo ricorda il South Sudan Women Coalition, sodalizio di attiviste della società civile che chiede di partecipare ai negoziati per la fine del conflitto armato in Sud Sudan. Dop quarant’anni di guerra civile fra nord e

“Punire i colpevoli”. L’India in piazza contro la violenza sessuale

Fece scalpore il 16 dicembre 2012 lo stupro di gruppo di Jyoti Singh, una ragazza di 23 anni, che avvenne su un autobus a Nuova Delhi. La studentessa morì per le lesioni riportate. Quell’episodio scatenò grandi proteste. All’epoca la capitale

“Punire i colpevoli”. L’India in piazza contro la violenza sessuale

Fece scalpore il 16 dicembre 2012 lo stupro di gruppo di Jyoti Singh, una ragazza di 23 anni, che avvenne su un autobus a Nuova Delhi. La studentessa morì per le lesioni riportate. Quell’episodio scatenò grandi proteste. All’epoca la capitale

Uomini e donne: collaborazione, non divisioni ideologiche – Men and women: collaboration, not ideological divisions

“Amore, se mi uccidi, poi chi picchi?”. Dice così – vado a memoria – un manifesto che pubblicizza un incontro contro la violenza alle donne, che dovrebbe svolgersi a Potenza. Non condivido l’immagine, perché secondo me ha già avuto fin

Uomini e donne: collaborazione, non divisioni ideologiche – Men and women: collaboration, not ideological divisions

“Amore, se mi uccidi, poi chi picchi?”. Dice così – vado a memoria – un manifesto che pubblicizza un incontro contro la violenza alle donne, che dovrebbe svolgersi a Potenza. Non condivido l’immagine, perché secondo me ha già avuto fin