Articoli con tag: jihadisti

La Francia e il terrorismo “fai da te”

Il 16 ottobre è stato decapitato vicino a Parigi, il professore di storia Samuel Paty, ieri è toccato al sacrestano e ad una fedele settantenne nella basilica di Notre-Dame, in pieno centro a Nizza, per mano di Brahim Aouissaoui. Siamo

La Francia e il terrorismo “fai da te”

Il 16 ottobre è stato decapitato vicino a Parigi, il professore di storia Samuel Paty, ieri è toccato al sacrestano e ad una fedele settantenne nella basilica di Notre-Dame, in pieno centro a Nizza, per mano di Brahim Aouissaoui. Siamo

Quanto vale una vita in relazione alla “ragion di Stato”? – How much is a life worth in relation to “reason of State”?

Quanto vale una vita? Quanto vale in termini economici? Quanto in termini strategici? Il riscatto spesso non è solo uno scambio di denaro. È fatto anche di accordi, e magari di rilascio di quelli che noi chiamiamo terroristi, mentre loro

Quanto vale una vita in relazione alla “ragion di Stato”? – How much is a life worth in relation to “reason of State”?

Quanto vale una vita? Quanto vale in termini economici? Quanto in termini strategici? Il riscatto spesso non è solo uno scambio di denaro. È fatto anche di accordi, e magari di rilascio di quelli che noi chiamiamo terroristi, mentre loro

Siria. Qualcuno scopre ora che sotto le bombe muoiono donne e bambini

Allora, fine settimana, tempo di riassunti. La liberazione di Aleppo sta “squilibrando” chi finora aveva parteggiato per Assad. Perché si sono accorti che Assad non è esattamente un “buono”, che ha fatto sparire un po’ di gente, che le sue

Siria. Qualcuno scopre ora che sotto le bombe muoiono donne e bambini

Allora, fine settimana, tempo di riassunti. La liberazione di Aleppo sta “squilibrando” chi finora aveva parteggiato per Assad. Perché si sono accorti che Assad non è esattamente un “buono”, che ha fatto sparire un po’ di gente, che le sue

I jihadisti non risparmiano le Filippine

Nove cristiani sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco nell’assalto compiuto da circa 200 jihadisti del Biff (Bangsamoro Islamic Freedom Fighters). Il fatto è avvenuto nell’isola di Mindanao, nel sud delle Filippine, nella notte fra il 24 e

I jihadisti non risparmiano le Filippine

Nove cristiani sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco nell’assalto compiuto da circa 200 jihadisti del Biff (Bangsamoro Islamic Freedom Fighters). Il fatto è avvenuto nell’isola di Mindanao, nel sud delle Filippine, nella notte fra il 24 e

I musulmani italiani e la Laudato si’

«Non c’è conflittualità tra scienza e religione in materia di conoscenza dell’universo, infatti, la prima aiuta a decifrare i misteri iscritti in questo universo, la seconda a renderci conto che l’universo è una delle possibili manifestazioni dell’Onnipotente»: così ‘Abd al-Haqq

I musulmani italiani e la Laudato si’

«Non c’è conflittualità tra scienza e religione in materia di conoscenza dell’universo, infatti, la prima aiuta a decifrare i misteri iscritti in questo universo, la seconda a renderci conto che l’universo è una delle possibili manifestazioni dell’Onnipotente»: così ‘Abd al-Haqq

La guerra in Siria – Il nunzio Zenari: «Bombardare non risolve»

È in Siria da cinque anni in Siria, monsignor Mario Zenari, nunzio apostolico a Damasco. E di andarsene nemmeno a parlarne. «Come potrebbe un rappresentante del Papa essere credibile se scappasse da dove c’è più bisogno di lui? Per me questa

La guerra in Siria – Il nunzio Zenari: «Bombardare non risolve»

È in Siria da cinque anni in Siria, monsignor Mario Zenari, nunzio apostolico a Damasco. E di andarsene nemmeno a parlarne. «Come potrebbe un rappresentante del Papa essere credibile se scappasse da dove c’è più bisogno di lui? Per me questa

Guerra sì, ma non troppo

Guerra sì, ma non troppo. Perché, se da un lato è necessario contenere le spese e proseguire con la politica di disimpegno in Medio Oriente (iniziata con il ritiro delle truppe dall’Iraq), dall’altro, non si può non reagire alla decapitazione

Guerra sì, ma non troppo

Guerra sì, ma non troppo. Perché, se da un lato è necessario contenere le spese e proseguire con la politica di disimpegno in Medio Oriente (iniziata con il ritiro delle truppe dall’Iraq), dall’altro, non si può non reagire alla decapitazione