Articoli con tag: Kenya

Attentato Kamikaze a Nairobi – Kamikaze attack in Nairobi

In questi giorni aver riportato in Italia il terrorista Battisti sembra essere la panacea di tutti i mali, ma di ben altro terrore è sconvolto il mondo. Un assalto kamikaze con esplosioni e sparatorie è avvenuto oggi in Kenya, nella

Attentato Kamikaze a Nairobi – Kamikaze attack in Nairobi

In questi giorni aver riportato in Italia il terrorista Battisti sembra essere la panacea di tutti i mali, ma di ben altro terrore è sconvolto il mondo. Un assalto kamikaze con esplosioni e sparatorie è avvenuto oggi in Kenya, nella

L’Africa di Silvia, quella vera, dove devi sporcarti le mani – Silvia’s Africa, the real one, where you have to get your hands dirty

Il rapimento di Silvia Romano in Kenya pone molti interrogativi: su che cosa significa fare volontariato in aree considerate di crisi, su responsabilità troppo grandi messe sulle spalle di ragazzi giovani, sui problemi di sicurezza… Ne potremo discutere a lungo,

L’Africa di Silvia, quella vera, dove devi sporcarti le mani – Silvia’s Africa, the real one, where you have to get your hands dirty

Il rapimento di Silvia Romano in Kenya pone molti interrogativi: su che cosa significa fare volontariato in aree considerate di crisi, su responsabilità troppo grandi messe sulle spalle di ragazzi giovani, sui problemi di sicurezza… Ne potremo discutere a lungo,

Una repubblica poco democratica

Il Kenya sarà pure una repubblica ma con la democrazia ha poco a che vedere. Le elezioni si svolgono ma il risultato non viene mai accettato. Quando va bene, ci si limita a richiedere l’annullamento alla Corte Suprema, che verifica

Una repubblica poco democratica

Il Kenya sarà pure una repubblica ma con la democrazia ha poco a che vedere. Le elezioni si svolgono ma il risultato non viene mai accettato. Quando va bene, ci si limita a richiedere l’annullamento alla Corte Suprema, che verifica

Padre Daniele Moschetti. Un missionario all’Onu

Avrebbe potuto scegliere la carriera, l’appartamento vicino alla famiglia, il matrimonio, la macchina lussuosa; invece ha scelto gli ultimi, ha scelto di vivere a fianco dell’umanità ferita, che si trova a tutte le latitudini, anche se in alcuni luoghi è

Padre Daniele Moschetti. Un missionario all’Onu

Avrebbe potuto scegliere la carriera, l’appartamento vicino alla famiglia, il matrimonio, la macchina lussuosa; invece ha scelto gli ultimi, ha scelto di vivere a fianco dell’umanità ferita, che si trova a tutte le latitudini, anche se in alcuni luoghi è

I comboniani e l’espulsione che generò nuove missioni

«La presenza dello Spirito ci ha spinto a rivedere la nostra storia e ad aprirci ad altre sfide», dice padre Daniele Moschetti, provinciale dei comboniani in Sud Sudan. Così, quello che all’inizio fu considerato un fallimento, è diventato un nuovo punto di

I comboniani e l’espulsione che generò nuove missioni

«La presenza dello Spirito ci ha spinto a rivedere la nostra storia e ad aprirci ad altre sfide», dice padre Daniele Moschetti, provinciale dei comboniani in Sud Sudan. Così, quello che all’inizio fu considerato un fallimento, è diventato un nuovo punto di

La forza di una donna è la forza di tutte le donne del mondo

Ci sono tre momenti nell’anno, in cui si parla di donne, due “istituzionali” (8 marzo, Giornata internazionale della donna – 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne); e, dal 2013, c’è anche il 14 febbraio, la

La forza di una donna è la forza di tutte le donne del mondo

Ci sono tre momenti nell’anno, in cui si parla di donne, due “istituzionali” (8 marzo, Giornata internazionale della donna – 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne); e, dal 2013, c’è anche il 14 febbraio, la

I missionari e il Papa africano

«Magari la prossima volta». Rispondono così all’ipotesi del Papa africano i missionari che l’Africa la vivono ogni giorno da venti, trenta, quarant’anni. Per loro “è prematuro”, perché se è vero che la Chiesa africana è in crescita, è anche vero

I missionari e il Papa africano

«Magari la prossima volta». Rispondono così all’ipotesi del Papa africano i missionari che l’Africa la vivono ogni giorno da venti, trenta, quarant’anni. Per loro “è prematuro”, perché se è vero che la Chiesa africana è in crescita, è anche vero

Un Papa africano? Se non adesso magari la prossima volta

11 febbraio 2013. È rimbalzata da un continente all’altro la notizia delle dimissioni di papa Benedetto XVI. Per tutti, un gesto epocale, nessuno sa con precisione quale sarà il futuro, ma tutti concordano sul fatto che nulla sarà più come

Un Papa africano? Se non adesso magari la prossima volta

11 febbraio 2013. È rimbalzata da un continente all’altro la notizia delle dimissioni di papa Benedetto XVI. Per tutti, un gesto epocale, nessuno sa con precisione quale sarà il futuro, ma tutti concordano sul fatto che nulla sarà più come

Kenya, Nairobi. Obiettivo: trasferire speranza

Bambini in attesa… di giudizio. Hanno derupato, stuprato, perpetrato rapine a mano armata, ucciso… Hanno dai 7 ai 17 anni. Uno di loro è stato perfino addestrato nei campi di Al-Qaeda. Sono i ragazzi inseriti nel “Children safety nets programm”

Kenya, Nairobi. Obiettivo: trasferire speranza

Bambini in attesa… di giudizio. Hanno derupato, stuprato, perpetrato rapine a mano armata, ucciso… Hanno dai 7 ai 17 anni. Uno di loro è stato perfino addestrato nei campi di Al-Qaeda. Sono i ragazzi inseriti nel “Children safety nets programm”

Nairobi, Korogocho. E il mondo finì… in una discarica

Nairobi, gennaio 2010, obiettivo Korogocho, una delle duecento baraccopoli della capitale keniana. Siamo invitati alla messa domenicale delle 10 nella chiesa di St. John, parrocchia di Kariobangi, 15mila fedeli, guidati dai comboniani padre Mario Porto (il parroco, vicentino di origine),

Nairobi, Korogocho. E il mondo finì… in una discarica

Nairobi, gennaio 2010, obiettivo Korogocho, una delle duecento baraccopoli della capitale keniana. Siamo invitati alla messa domenicale delle 10 nella chiesa di St. John, parrocchia di Kariobangi, 15mila fedeli, guidati dai comboniani padre Mario Porto (il parroco, vicentino di origine),