Articoli con tag: Libia

San Bonifacio. La libia raccontata da Paolo Sensini

Martedì 4 aprile, nella sala civica “Barbarani” di San Bonifacio (Verona), ho moderato lo storico ed esperto di geopolitica Paolo Sensini, in un incontro organizzato dalla libreria Bonturi di Paolo Ambrosini. Il prof. Sensini è partito dal suo libro “Libia.

San Bonifacio. La libia raccontata da Paolo Sensini

Martedì 4 aprile, nella sala civica “Barbarani” di San Bonifacio (Verona), ho moderato lo storico ed esperto di geopolitica Paolo Sensini, in un incontro organizzato dalla libreria Bonturi di Paolo Ambrosini. Il prof. Sensini è partito dal suo libro “Libia.

Romina Gobbo spiega i possibili scenari qualora Isis venga sconfitto

In questa puntata di Liqā’ u-l’Asdiqā’ cerchiamo di capire che cosa succederà se Isis sarà sconfitto.  

Romina Gobbo spiega i possibili scenari qualora Isis venga sconfitto

In questa puntata di Liqā’ u-l’Asdiqā’ cerchiamo di capire che cosa succederà se Isis sarà sconfitto.  

Un mondo senza più ordine

«È come se nel gioco dell’oca fossimo tornati alla prima casella, quando appoggiavamo Mubarak. Come se si fosse chiusa la parentesi delle speranze democratiche». Così Franco Venturini, editoriale de Il Corriere della Sera, dopo la sua intervista al generale Abdel

Un mondo senza più ordine

«È come se nel gioco dell’oca fossimo tornati alla prima casella, quando appoggiavamo Mubarak. Come se si fosse chiusa la parentesi delle speranze democratiche». Così Franco Venturini, editoriale de Il Corriere della Sera, dopo la sua intervista al generale Abdel

Gli altri rapiti

Martedì 27 maggio, il cooperante italiano, Federico Motka, rapito, il 12 marzo 2013, in Siria, ad Atmeh (uno dei campi profughi di siriani in fuga da Damasco, nella regione di Idlib), è atterrato a Roma, all’aeroporto di Ciampino, finalmente libero. Il

Gli altri rapiti

Martedì 27 maggio, il cooperante italiano, Federico Motka, rapito, il 12 marzo 2013, in Siria, ad Atmeh (uno dei campi profughi di siriani in fuga da Damasco, nella regione di Idlib), è atterrato a Roma, all’aeroporto di Ciampino, finalmente libero. Il

Le nostre speranze per i rapiti

Andrea (Andy) Rocchelli, 30 anni, fotoreporter piacentino, del collettivo fotografico Cesuralab, è morto a Sloviansk, il fronte più caldo, l’epicentro del confronto armato, nella regione di Donetsk, tra filorussi ed esercito ucraino. E’ rimasto coinvolto in un conflitto a fuoco,

Le nostre speranze per i rapiti

Andrea (Andy) Rocchelli, 30 anni, fotoreporter piacentino, del collettivo fotografico Cesuralab, è morto a Sloviansk, il fronte più caldo, l’epicentro del confronto armato, nella regione di Donetsk, tra filorussi ed esercito ucraino. E’ rimasto coinvolto in un conflitto a fuoco,

Per il Cameroun si profila un futuro come quello libico

«Il problema fondamentale è che quella è una zona ad alta intensità, per la presenza tanto di gruppi fondamentalisti locali, che di attori esterni. La conflittualità finora localizzata nel Corno d’Africa prima e nel Mali poi, si sta spostando verso

Per il Cameroun si profila un futuro come quello libico

«Il problema fondamentale è che quella è una zona ad alta intensità, per la presenza tanto di gruppi fondamentalisti locali, che di attori esterni. La conflittualità finora localizzata nel Corno d’Africa prima e nel Mali poi, si sta spostando verso