Articoli con tag: mafia

Scuola di legalità per fare terra bruciata intorno ai clan – School of legality to make scorched earth around clans

“La Camorra riempie un vuoto di potere dello Stato che nelle amministrazioni periferiche è caratterizzato da corruzione, lungaggini e favoritismi. La Camorra rappresenta uno Stato deviante parallelo rispetto a quello ufficiale”. Scriveva così nella lettera “Per amore del mio popolo,

Scuola di legalità per fare terra bruciata intorno ai clan – School of legality to make scorched earth around clans

“La Camorra riempie un vuoto di potere dello Stato che nelle amministrazioni periferiche è caratterizzato da corruzione, lungaggini e favoritismi. La Camorra rappresenta uno Stato deviante parallelo rispetto a quello ufficiale”. Scriveva così nella lettera “Per amore del mio popolo,

Tutti con Monica – Everyone with Monica

Mi unisco alla solidarietà espressa da tanti colleghi, amici e organi istituzionali, nei confronti di Monica Andolfatto, segretaria del Sindacato giornalisti regionale, nel mirino delle cosche per le sue inchieste sulle infiltrazioni mafiose in Veneto. Un grande abbraccio Monica. A

Tutti con Monica – Everyone with Monica

Mi unisco alla solidarietà espressa da tanti colleghi, amici e organi istituzionali, nei confronti di Monica Andolfatto, segretaria del Sindacato giornalisti regionale, nel mirino delle cosche per le sue inchieste sulle infiltrazioni mafiose in Veneto. Un grande abbraccio Monica. A

Il denaro sporco, una volta riciclato, diventa alberghi, bar e negozi – The dirty money, once recycled, becomes hotels, bars and shops

Pensierino del fine settimana «Siamo più forti noi. Possono tener duro ancora qualche mese o qualche anno, ma mafia, camorra e ‘ndrangheta saranno cancellate dalla faccia di questo splendido paese, ce la metteremo tutta». L’unico modo di aggredire le mafie,

Il denaro sporco, una volta riciclato, diventa alberghi, bar e negozi – The dirty money, once recycled, becomes hotels, bars and shops

Pensierino del fine settimana «Siamo più forti noi. Possono tener duro ancora qualche mese o qualche anno, ma mafia, camorra e ‘ndrangheta saranno cancellate dalla faccia di questo splendido paese, ce la metteremo tutta». L’unico modo di aggredire le mafie,

La villetta a ridosso del mare piace a tutti – Everyone likes the house near the sea

Da qualche giorno in tutta Italia – alcune regioni di più, altre meno – è allarme meteo. Ieri la violenza del vento, i temporali, le mareggiate, hanno provocato danni ad arenili, abitazioni, centri storici, e ci sono anche dei morti

La villetta a ridosso del mare piace a tutti – Everyone likes the house near the sea

Da qualche giorno in tutta Italia – alcune regioni di più, altre meno – è allarme meteo. Ieri la violenza del vento, i temporali, le mareggiate, hanno provocato danni ad arenili, abitazioni, centri storici, e ci sono anche dei morti

«La battaglia contro la mafia ha bisogno di un afflato collettivo»

Si è parlato di mafia a Verona, all’incontro di formazione per giornalisti e commercialisti, organizzato nell’auditorium congressi del Banco Popolare dai rispettivi Ordini del Veneto, e coordinato dal giornalista Beppino Tartaro, trapanese di nascita e veronese d’adozione, impegnato nel fronte

«La battaglia contro la mafia ha bisogno di un afflato collettivo»

Si è parlato di mafia a Verona, all’incontro di formazione per giornalisti e commercialisti, organizzato nell’auditorium congressi del Banco Popolare dai rispettivi Ordini del Veneto, e coordinato dal giornalista Beppino Tartaro, trapanese di nascita e veronese d’adozione, impegnato nel fronte

Peppino contro la mafia

Il 5 gennaio 1948 nacque Giuseppe (Peppino) Impastato, giornalista e militante antimafia; egli stesso di famiglia mafiosa. Le sue denunce contro cosa nostra ne determinarono la condanna a morte; fu assassinato nella notte tra l’8 e il 9 maggio 1978

Peppino contro la mafia

Il 5 gennaio 1948 nacque Giuseppe (Peppino) Impastato, giornalista e militante antimafia; egli stesso di famiglia mafiosa. Le sue denunce contro cosa nostra ne determinarono la condanna a morte; fu assassinato nella notte tra l’8 e il 9 maggio 1978

Difendiamo il vangelo della pace

«Chi si comporta così non è un essere umano, è simile alle bestie»: è tutto qui il testamento spirituale di padre Pino Puglisi, ammazzato dalla mafia il 15 settembre 1993 per il suo impegno a favore della legalità. E forse

Difendiamo il vangelo della pace

«Chi si comporta così non è un essere umano, è simile alle bestie»: è tutto qui il testamento spirituale di padre Pino Puglisi, ammazzato dalla mafia il 15 settembre 1993 per il suo impegno a favore della legalità. E forse