Articoli con tag: palestinesi

Israele. La scure si abbatte sulla scuola di gomme – Israel. The ax hits the school of tires

Ci prova almeno dal 2011, quando anche noi andammo a vedere il “miracolo” della scuola di gomme nel villaggio beduino di Khan Al Ahmar, nel deserto israeliano. Stavolta ce l’ha fatta. La Corte Suprema israeliana ha deciso l’abbattimento della scuola

Israele. La scure si abbatte sulla scuola di gomme – Israel. The ax hits the school of tires

Ci prova almeno dal 2011, quando anche noi andammo a vedere il “miracolo” della scuola di gomme nel villaggio beduino di Khan Al Ahmar, nel deserto israeliano. Stavolta ce l’ha fatta. La Corte Suprema israeliana ha deciso l’abbattimento della scuola

Padre Twal

Dossier. Padre Twal: «L’Italia riconosca lo Stato di Palestina»

«Finché non vedremo un pezzo di stoffa sventolare con i colori della Palestina sopra i nostri tetti, non ci sarà pace neanche per Israele»: così monsignor Fouad Twal, patriarca latino di Gerusalemme. Da sempre il prelato chiede che i palestinesi

Padre Twal

Dossier. Padre Twal: «L’Italia riconosca lo Stato di Palestina»

«Finché non vedremo un pezzo di stoffa sventolare con i colori della Palestina sopra i nostri tetti, non ci sarà pace neanche per Israele»: così monsignor Fouad Twal, patriarca latino di Gerusalemme. Da sempre il prelato chiede che i palestinesi

Violenza senza via d’uscita

  «Cresce la paura della reazione. Viviamo dentro un ciclo di violenza che dura da decine di anni e temiamo il prezzo che il popolo palestinese forse pagherà»: così padre David Neuhaus, SJ, vicario patriarcale per i cattolici di lingua

Violenza senza via d’uscita

  «Cresce la paura della reazione. Viviamo dentro un ciclo di violenza che dura da decine di anni e temiamo il prezzo che il popolo palestinese forse pagherà»: così padre David Neuhaus, SJ, vicario patriarcale per i cattolici di lingua

Pellegrini con Francesco. Sotto la tenda dell’ospitalità

I preparativi per la visita del Papa in Giordania, fervono. Grande è l’impegno dello staff di re Abdallah II, affiancato dalla Chiesa cattolica locale, incaricata in particolare della messa, allo stadio di Amman, e delle visite ai siti cristiani. “Papa

Pellegrini con Francesco. Sotto la tenda dell’ospitalità

I preparativi per la visita del Papa in Giordania, fervono. Grande è l’impegno dello staff di re Abdallah II, affiancato dalla Chiesa cattolica locale, incaricata in particolare della messa, allo stadio di Amman, e delle visite ai siti cristiani. “Papa

Pellegrini con Francesco. Quello che può fare solo chi ha la libertà di Francesco

«Tutti vogliono il Papa nel proprio cortile, ma siccome non è possibile, è inevitabile che ci sia qualcuno di scontento». Commenta così fra Pierbattista Pizzaballa, Custode di Terra Santa, alla domanda se tutti i cristiani sono contenti della visita del

Pellegrini con Francesco. Quello che può fare solo chi ha la libertà di Francesco

«Tutti vogliono il Papa nel proprio cortile, ma siccome non è possibile, è inevitabile che ci sia qualcuno di scontento». Commenta così fra Pierbattista Pizzaballa, Custode di Terra Santa, alla domanda se tutti i cristiani sono contenti della visita del

Pellegrini con Francesco. O saremo insieme, o non saremo più

«Sono nato nel 1954 a San Polo di Piave (Treviso) e sono venuto qui da seminarista, poi, nel 1969, sono stato ordinato sacerdote. Ho avuto anche altre esperienze, ma la Terra Santa è nel mio cuore, sono naturalizzato qui, figlio

Pellegrini con Francesco. O saremo insieme, o non saremo più

«Sono nato nel 1954 a San Polo di Piave (Treviso) e sono venuto qui da seminarista, poi, nel 1969, sono stato ordinato sacerdote. Ho avuto anche altre esperienze, ma la Terra Santa è nel mio cuore, sono naturalizzato qui, figlio

Pellegrini con Francesco. «Siamo le antenne per tutti i cristiani del mondo»

«In Palestina non c’è assistenza sanitaria pubblica, né previdenza sociale. Parliamo di uno Stato nato dopo la seconda Intifada, negli anni 2000-2002. Ed è uno Stato senza confini propri, la gente non è libera di muoversi; luce ed acqua vengono

Pellegrini con Francesco. «Siamo le antenne per tutti i cristiani del mondo»

«In Palestina non c’è assistenza sanitaria pubblica, né previdenza sociale. Parliamo di uno Stato nato dopo la seconda Intifada, negli anni 2000-2002. Ed è uno Stato senza confini propri, la gente non è libera di muoversi; luce ed acqua vengono

Pellegrini con Francesco. Palestinesi e israeliani – Il futuro

«Il popolo palestinese e quello israeliano dovranno vivere insieme. Questo è l’unico futuro possibile»: parola di Hafez Huraini, 37 anni, palestinese, padre di cinque figli. E, se lo dice lui, che dal 2004 ‘resiste’ ad At Twani, un villaggio circondato

Pellegrini con Francesco. Palestinesi e israeliani – Il futuro

«Il popolo palestinese e quello israeliano dovranno vivere insieme. Questo è l’unico futuro possibile»: parola di Hafez Huraini, 37 anni, palestinese, padre di cinque figli. E, se lo dice lui, che dal 2004 ‘resiste’ ad At Twani, un villaggio circondato

Geries Khoury: «Arriva un Papa speciale»

Betlemme, nostro servizio «Se tu non ami il tuo nemico, non sei più cristiano. Ma amare non vuol dire accettare ciò che sta facendo. Amare un ebreo significa che bisogna dirgli la verità, che lui sta commettendo un peccato, che se

Geries Khoury: «Arriva un Papa speciale»

Betlemme, nostro servizio «Se tu non ami il tuo nemico, non sei più cristiano. Ma amare non vuol dire accettare ciò che sta facendo. Amare un ebreo significa che bisogna dirgli la verità, che lui sta commettendo un peccato, che se

Gerusalemme, così rivive la città

Una cucina, un piccolo bagno, un soppalco per dormire, tutti insieme, Jamil, la moglie e 4 figli. Spazi ristretti e promiscuità tra genitori e figli, e tra maschi e femmine. Aida è vedova, ha due figli a carico. La sua casa

Gerusalemme, così rivive la città

Una cucina, un piccolo bagno, un soppalco per dormire, tutti insieme, Jamil, la moglie e 4 figli. Spazi ristretti e promiscuità tra genitori e figli, e tra maschi e femmine. Aida è vedova, ha due figli a carico. La sua casa