Articoli con tag: Pescia

Pescia. Il presepe in casa di Leonardo – Pescia. Nativity Scene in Leonardo’s House

Dentro ad un igloo, nella bottega di un falegname, lungo gli Champs-Èlysées all’indomani dell’attentato nella redazione del periodico Charlie Hebdo, in fondo al mare per ricordare i migranti annegati nel Mediterraneo e, quest’anno, nel laboratorio di Leonardo Da Vinci, per

Pescia. Il presepe in casa di Leonardo – Pescia. Nativity Scene in Leonardo’s House

Dentro ad un igloo, nella bottega di un falegname, lungo gli Champs-Èlysées all’indomani dell’attentato nella redazione del periodico Charlie Hebdo, in fondo al mare per ricordare i migranti annegati nel Mediterraneo e, quest’anno, nel laboratorio di Leonardo Da Vinci, per

Una Natività oltre le “barriere” animata da 180 figuranti – A Nativity beyond the “barriers” animated by 180 people

«Un presepe in cui le diversità sono accolte e integrate in una grande armonia»: è il ritratto scelto dal vescovo di Pescia (Pt), mons. Roberto Filippini, per descrivere il senso del presepe vivente, che da tre anni anima il greto

Una Natività oltre le “barriere” animata da 180 figuranti – A Nativity beyond the “barriers” animated by 180 people

«Un presepe in cui le diversità sono accolte e integrate in una grande armonia»: è il ritratto scelto dal vescovo di Pescia (Pt), mons. Roberto Filippini, per descrivere il senso del presepe vivente, che da tre anni anima il greto

Pescia “terra di presepi”, oggi il “mandato” del vescovo Filippini – Pescia “earth of cribs”, today the “mandate” of bishop Filippini

Calogero voleva andare a Cuba per il viaggio di nozze, Catia preferiva di gran lunga la Terra Santa. E vinse lei. Era il primo segnale di un grande amore per la «storia di Gesù». Da quel 1997 a oggi Catia

Pescia “terra di presepi”, oggi il “mandato” del vescovo Filippini – Pescia “earth of cribs”, today the “mandate” of bishop Filippini

Calogero voleva andare a Cuba per il viaggio di nozze, Catia preferiva di gran lunga la Terra Santa. E vinse lei. Era il primo segnale di un grande amore per la «storia di Gesù». Da quel 1997 a oggi Catia