Articoli con tag: profughi

Uomini che rendono più della droga – Men who make more than drugs

DW(ITALIA).Sarà Idlib – oggi al centro del conflitto fra ribelli (gruppi moderati ma anche jihadisti di Tahrir al-Sham) appoggiati dalla Turchia e governo siriano -, l’epilogo di nove anni di guerra in Siria? Una carneficina dove tutte le parti in

Uomini che rendono più della droga – Men who make more than drugs

DW(ITALIA).Sarà Idlib – oggi al centro del conflitto fra ribelli (gruppi moderati ma anche jihadisti di Tahrir al-Sham) appoggiati dalla Turchia e governo siriano -, l’epilogo di nove anni di guerra in Siria? Una carneficina dove tutte le parti in

L’esodo dei profughi verso gli Stati Uniti – The exodus of refugees to the United States

Sono tremila, quattromila, seimila, forse di più, camminano assieme, perché credono nella forza delle masse, sono partiti da San Pedro Sula, in Honduras, decisi ad attraversare Guatemala e Messico per perseguire un sogno: raggiungere gli Stati Uniti. Dormono per strada

L’esodo dei profughi verso gli Stati Uniti – The exodus of refugees to the United States

Sono tremila, quattromila, seimila, forse di più, camminano assieme, perché credono nella forza delle masse, sono partiti da San Pedro Sula, in Honduras, decisi ad attraversare Guatemala e Messico per perseguire un sogno: raggiungere gli Stati Uniti. Dormono per strada

«La nostra casa sia la vostra casa»

«Per la prima volta, abbiamo potuto evacuare rifugiati estremamente vulnerabili dalla Libia direttamente in Italia. Un evento eccezionale e uno sviluppo accolto con grande favore che non sarebbe stato possibile senza il grande impegno delle autorità italiane e il supporto

«La nostra casa sia la vostra casa»

«Per la prima volta, abbiamo potuto evacuare rifugiati estremamente vulnerabili dalla Libia direttamente in Italia. Un evento eccezionale e uno sviluppo accolto con grande favore che non sarebbe stato possibile senza il grande impegno delle autorità italiane e il supporto

Vicenza. Profughi, il seminario apre le porte all’accoglienza

Storie sentite tante volte. Ma quando qualcuno ti racconta la sua, guardandoti negli occhi, è come se quella storia ti appartenesse. Patrick, nigeriano, insieme ad altri suoi coetanei viene rapito, incappucciato e picchiato, non sa quanti giorni ha vagato nel

Vicenza. Profughi, il seminario apre le porte all’accoglienza

Storie sentite tante volte. Ma quando qualcuno ti racconta la sua, guardandoti negli occhi, è come se quella storia ti appartenesse. Patrick, nigeriano, insieme ad altri suoi coetanei viene rapito, incappucciato e picchiato, non sa quanti giorni ha vagato nel

Rifugiati dove?

Giusto per stare sul tema immigrazione, a chi si lamenta dell’“invasione” in Europa, vale la pena di ricordare che l’86% dei rifugiati del mondo è accolto in Paesi cosiddetti in via di sviluppo; la metà dell’intera massa globale di rifugiati

Rifugiati dove?

Giusto per stare sul tema immigrazione, a chi si lamenta dell’“invasione” in Europa, vale la pena di ricordare che l’86% dei rifugiati del mondo è accolto in Paesi cosiddetti in via di sviluppo; la metà dell’intera massa globale di rifugiati

Da qualche parte nel mondo ci sarà sempre una Siria che fa gola

Dunque ricapitoliamo, ieri sono ricominciati i colloqui a Ginevra che dovrebbero portare alla soluzione della guerra siriana. Ma sembra che “stentino a decollare”. Sarò banale, ma i colloqui decollerebbero se ci fosse la volontà di farli decollare. Questo significa che

Da qualche parte nel mondo ci sarà sempre una Siria che fa gola

Dunque ricapitoliamo, ieri sono ricominciati i colloqui a Ginevra che dovrebbero portare alla soluzione della guerra siriana. Ma sembra che “stentino a decollare”. Sarò banale, ma i colloqui decollerebbero se ci fosse la volontà di farli decollare. Questo significa che

Cairo, prove tecniche di dialogo con l’Islam

Il Cairo, Egitto Nostro servizio C’è anche padre Claudio Omar Uassouf fra chi ha studiato all’Istituto Pontificio di lingua araba e cultura islamica “Dar Comboni”, in Egitto, al Cairo. E se il suo nome non risulta conosciuto ai più, sicuramente

Cairo, prove tecniche di dialogo con l’Islam

Il Cairo, Egitto Nostro servizio C’è anche padre Claudio Omar Uassouf fra chi ha studiato all’Istituto Pontificio di lingua araba e cultura islamica “Dar Comboni”, in Egitto, al Cairo. E se il suo nome non risulta conosciuto ai più, sicuramente

Mons. Lahham: “In Medio Oriente nessuna sfida tra le religioni”

Non c’è pace neanche a Natale in Terra Santa. Scontri a Betlemme, Hebron, Ramallah, nel campo profughi di Qalandia, in Cisgiordania, a Bethanya (vicinanze di Gerusalemme), e nel varco di Karni, frontiera fra Gaza e Israele. Da quando lo scorso

Mons. Lahham: “In Medio Oriente nessuna sfida tra le religioni”

Non c’è pace neanche a Natale in Terra Santa. Scontri a Betlemme, Hebron, Ramallah, nel campo profughi di Qalandia, in Cisgiordania, a Bethanya (vicinanze di Gerusalemme), e nel varco di Karni, frontiera fra Gaza e Israele. Da quando lo scorso

I disperati dell’Akkar

Dal pagamento di una “tassa di soggiorno” semestrale di 200 dollari fino all’espulsione forzata. Il Libano, che finora ha accolto più profughi siriani di qualsiasi altro Paese ‒ un milione e 200 mila (ultima stima Onu fino a gennaio 2015,

I disperati dell’Akkar

Dal pagamento di una “tassa di soggiorno” semestrale di 200 dollari fino all’espulsione forzata. Il Libano, che finora ha accolto più profughi siriani di qualsiasi altro Paese ‒ un milione e 200 mila (ultima stima Onu fino a gennaio 2015,

«Facciamoci interpellare dai crocifissi di carne»

«Noi siamo per l’accoglienza diffusa attraverso le cooperative, proprio per evitare assembramenti che creino problemi, ma non siamo stati interpellati». C’è amarezza nelle parole di don Davide Schiavon, direttore della Caritas di Treviso, che imputa le tensioni di Quinto, da una

«Facciamoci interpellare dai crocifissi di carne»

«Noi siamo per l’accoglienza diffusa attraverso le cooperative, proprio per evitare assembramenti che creino problemi, ma non siamo stati interpellati». C’è amarezza nelle parole di don Davide Schiavon, direttore della Caritas di Treviso, che imputa le tensioni di Quinto, da una