Articoli con tag: profughi

Da Sarajevo a Przemysil per i fragili, Alessandro non si stanca mai

Sergey, sulla cinquantina, è diabetico, necessita di dialisi. Ruslan, vent’anni, è autistico, così come Imre, che di anni ne ha sette. Tatiana, 65 anni, è in sedia a rotelle. Anche Nikita è in sedia a rotelle, ma ha anche problemi

Da Sarajevo a Przemysil per i fragili, Alessandro non si stanca mai

Sergey, sulla cinquantina, è diabetico, necessita di dialisi. Ruslan, vent’anni, è autistico, così come Imre, che di anni ne ha sette. Tatiana, 65 anni, è in sedia a rotelle. Anche Nikita è in sedia a rotelle, ma ha anche problemi

Guerre dimenticate. Il racconto dal Burkina Faso della giornalista Romina Gobbo

Questa è un’intervista che mi ha fatto il collega Luigi Marcadella. Grazie. Oltre alla guerra in Ucraina nel mondo si contano decine di altri grandi, medi e micro conflitti. Ugualmente in grado di produrre morte, disperazione e sommovimenti sociali. L’Africa

Guerre dimenticate. Il racconto dal Burkina Faso della giornalista Romina Gobbo

Questa è un’intervista che mi ha fatto il collega Luigi Marcadella. Grazie. Oltre alla guerra in Ucraina nel mondo si contano decine di altri grandi, medi e micro conflitti. Ugualmente in grado di produrre morte, disperazione e sommovimenti sociali. L’Africa

Burkina Faso, paese martoriato dagli attacchi terroristici

Mentre la guerra in Ucraina sta focalizzando l’attenzione di tutto il mondo grazie alla grande copertura mediatica, altri conflitti in aree meno “interessanti” continuano la loro “routine”. Si chiamano guerre non convenzionali perché non vedono affrontarsi gli eserciti regolari di

Burkina Faso, paese martoriato dagli attacchi terroristici

Mentre la guerra in Ucraina sta focalizzando l’attenzione di tutto il mondo grazie alla grande copertura mediatica, altri conflitti in aree meno “interessanti” continuano la loro “routine”. Si chiamano guerre non convenzionali perché non vedono affrontarsi gli eserciti regolari di

/ BLOG

Questioni di demografia

Oggi riflettevo sulla #demografia, è un fattore che non viene mai considerato. Ma, nel lungo periodo, è quello più incisivo. Perché dall’età della popolazione dipendono questioncine come la salute, il lavoro, le pensioni… I dati ci dicono che l’Europa e

/ BLOG

Questioni di demografia

Oggi riflettevo sulla #demografia, è un fattore che non viene mai considerato. Ma, nel lungo periodo, è quello più incisivo. Perché dall’età della popolazione dipendono questioncine come la salute, il lavoro, le pensioni… I dati ci dicono che l’Europa e

Burkina Faso. I profughi

DIARIO DI VIAGGIO 2 DAL #burkinafaso CON FURORE In queste settimane vediamo milioni di profughi ucraini arrivare in Polonia, Italia, e altri stati accoglienti. Siamo sorpresi perché il numero è elevato, e siamo dispiaciuti per questa guerra che sta seminando morte, e

Burkina Faso. I profughi

DIARIO DI VIAGGIO 2 DAL #burkinafaso CON FURORE In queste settimane vediamo milioni di profughi ucraini arrivare in Polonia, Italia, e altri stati accoglienti. Siamo sorpresi perché il numero è elevato, e siamo dispiaciuti per questa guerra che sta seminando morte, e

/ BLOG

Cronaca o pietismo?

Cronaca o pietismo? Questo è il problema.Succede che io sono una rompi, e per niente politically correct. Allora la domanda del giorno è: dove eravate fino ad oggi? Con la guerra in Ucraina, molte anime belle (anche giornalisti) scoprono che

/ BLOG

Cronaca o pietismo?

Cronaca o pietismo? Questo è il problema.Succede che io sono una rompi, e per niente politically correct. Allora la domanda del giorno è: dove eravate fino ad oggi? Con la guerra in Ucraina, molte anime belle (anche giornalisti) scoprono che

/ BLOG

Ogni guerra produce profughi

Ogni #guerra produce #profughi. I campi erano sorti in #palestina come luoghi di residenza temporanea. E invece abbiamo visto com’è andata. Succede in ogni parte del mondo. Scappano a migliaia, a milioni. #sfollati interni prima, e poi sempre più lontano. Quasi mai si torna a casa, perché

/ BLOG

Ogni guerra produce profughi

Ogni #guerra produce #profughi. I campi erano sorti in #palestina come luoghi di residenza temporanea. E invece abbiamo visto com’è andata. Succede in ogni parte del mondo. Scappano a migliaia, a milioni. #sfollati interni prima, e poi sempre più lontano. Quasi mai si torna a casa, perché

Uomini che rendono più della droga – Men who make more than drugs

DW(ITALIA).Sarà Idlib – oggi al centro del conflitto fra ribelli (gruppi moderati ma anche jihadisti di Tahrir al-Sham) appoggiati dalla Turchia e governo siriano -, l’epilogo di nove anni di guerra in Siria? Una carneficina dove tutte le parti in

Uomini che rendono più della droga – Men who make more than drugs

DW(ITALIA).Sarà Idlib – oggi al centro del conflitto fra ribelli (gruppi moderati ma anche jihadisti di Tahrir al-Sham) appoggiati dalla Turchia e governo siriano -, l’epilogo di nove anni di guerra in Siria? Una carneficina dove tutte le parti in

L’esodo dei profughi verso gli Stati Uniti – The exodus of refugees to the United States

Sono tremila, quattromila, seimila, forse di più, camminano assieme, perché credono nella forza delle masse, sono partiti da San Pedro Sula, in Honduras, decisi ad attraversare Guatemala e Messico per perseguire un sogno: raggiungere gli Stati Uniti. Dormono per strada

L’esodo dei profughi verso gli Stati Uniti – The exodus of refugees to the United States

Sono tremila, quattromila, seimila, forse di più, camminano assieme, perché credono nella forza delle masse, sono partiti da San Pedro Sula, in Honduras, decisi ad attraversare Guatemala e Messico per perseguire un sogno: raggiungere gli Stati Uniti. Dormono per strada

«La nostra casa sia la vostra casa»

«Per la prima volta, abbiamo potuto evacuare rifugiati estremamente vulnerabili dalla Libia direttamente in Italia. Un evento eccezionale e uno sviluppo accolto con grande favore che non sarebbe stato possibile senza il grande impegno delle autorità italiane e il supporto

«La nostra casa sia la vostra casa»

«Per la prima volta, abbiamo potuto evacuare rifugiati estremamente vulnerabili dalla Libia direttamente in Italia. Un evento eccezionale e uno sviluppo accolto con grande favore che non sarebbe stato possibile senza il grande impegno delle autorità italiane e il supporto