Articoli con tag: Raqqa

Raqqa. The show must go on!

45 camion, 13 pullman, centinaia di veicoli, oltre 3.500 persone, in uscita da Raqqa dopo la riconquista dell’esercito siriano. Ovvio che c’era un accordo. Sarebbe stato impossibile non vederli. È accaduto anche quando da Raqqa i miliziani sono andati a

Raqqa. The show must go on!

45 camion, 13 pullman, centinaia di veicoli, oltre 3.500 persone, in uscita da Raqqa dopo la riconquista dell’esercito siriano. Ovvio che c’era un accordo. Sarebbe stato impossibile non vederli. È accaduto anche quando da Raqqa i miliziani sono andati a

Romina Gobbo: Mosul, la madre di tutte le battaglie

In questa puntata di Liqā’ u-l’Asdiqā’ vi racconto che cosa sta succedendo a Mosul, quella che da più parti è stata definita la “madre di tutte le battaglie”.

Romina Gobbo: Mosul, la madre di tutte le battaglie

In questa puntata di Liqā’ u-l’Asdiqā’ vi racconto che cosa sta succedendo a Mosul, quella che da più parti è stata definita la “madre di tutte le battaglie”.

La riconquista di Mosul e Raqqa decisiva per spingere il nuovo presidente degli Stati Uniti

Ecco qualche pensiero in libertà. Le forze democratiche siriane hanno strappato a Daesh, Manbij, una delle sue roccaforti, nella provincia di Aleppo; da una parte, rappresenta l’unica via di rifornimento per Raqqa, la capitale del sedicente Stato islamico; dall’altra, blocca

La riconquista di Mosul e Raqqa decisiva per spingere il nuovo presidente degli Stati Uniti

Ecco qualche pensiero in libertà. Le forze democratiche siriane hanno strappato a Daesh, Manbij, una delle sue roccaforti, nella provincia di Aleppo; da una parte, rappresenta l’unica via di rifornimento per Raqqa, la capitale del sedicente Stato islamico; dall’altra, blocca

Gli altri rapiti

Martedì 27 maggio, il cooperante italiano, Federico Motka, rapito, il 12 marzo 2013, in Siria, ad Atmeh (uno dei campi profughi di siriani in fuga da Damasco, nella regione di Idlib), è atterrato a Roma, all’aeroporto di Ciampino, finalmente libero. Il

Gli altri rapiti

Martedì 27 maggio, il cooperante italiano, Federico Motka, rapito, il 12 marzo 2013, in Siria, ad Atmeh (uno dei campi profughi di siriani in fuga da Damasco, nella regione di Idlib), è atterrato a Roma, all’aeroporto di Ciampino, finalmente libero. Il