Articoli con tag: rifugiati

Uomini che rendono più della droga – Men who make more than drugs

DW(ITALIA).Sarà Idlib – oggi al centro del conflitto fra ribelli (gruppi moderati ma anche jihadisti di Tahrir al-Sham) appoggiati dalla Turchia e governo siriano -, l’epilogo di nove anni di guerra in Siria? Una carneficina dove tutte le parti in

Uomini che rendono più della droga – Men who make more than drugs

DW(ITALIA).Sarà Idlib – oggi al centro del conflitto fra ribelli (gruppi moderati ma anche jihadisti di Tahrir al-Sham) appoggiati dalla Turchia e governo siriano -, l’epilogo di nove anni di guerra in Siria? Una carneficina dove tutte le parti in

Sui migranti tutti hanno una loro verità – Everyone has their own truth about the migrants

Il 20 giugno si celebra la Giornata internazionale del rifugiato indetta dalle Nazioni Unite. In queste settimane c’è un vociare assordante sui migranti. Ognuno ha la verità in tasca. Ognuno la sua soluzione. Intanto si gioca con le vite delle

Sui migranti tutti hanno una loro verità – Everyone has their own truth about the migrants

Il 20 giugno si celebra la Giornata internazionale del rifugiato indetta dalle Nazioni Unite. In queste settimane c’è un vociare assordante sui migranti. Ognuno ha la verità in tasca. Ognuno la sua soluzione. Intanto si gioca con le vite delle

Il prete che come Mosè salva il suo popolo dalle onde

“Ancora una volta lo Stato viene meno al suo dovere”. Non sa se essere più sconfortato o più padre Mussiè (Mosè) Zerai, dopo l’incontro con i dirigenti dell’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Roma, a seguito del recente sgombero

Il prete che come Mosè salva il suo popolo dalle onde

“Ancora una volta lo Stato viene meno al suo dovere”. Non sa se essere più sconfortato o più padre Mussiè (Mosè) Zerai, dopo l’incontro con i dirigenti dell’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Roma, a seguito del recente sgombero

Vicenza. Pizziol: ogni bimbo nasce con la dignità di un re

«Ogni bambino che nasce appare con la dignità di un re. Noi adulti, come i re Magi, dobbiamo portare doni: l’oro, cioè educare al meglio, alla fede, alla solidarietà; l’incenso, ovvero il profumo della nostra vicinanza; la mirra, significa spendere

Vicenza. Pizziol: ogni bimbo nasce con la dignità di un re

«Ogni bambino che nasce appare con la dignità di un re. Noi adulti, come i re Magi, dobbiamo portare doni: l’oro, cioè educare al meglio, alla fede, alla solidarietà; l’incenso, ovvero il profumo della nostra vicinanza; la mirra, significa spendere

Migranti, quando le notizie abbattono i muri

Nel 2016, il tema dell’immigrazione è entrato, in modo strutturale e pervasivo, nel sistema dell’informazione. Ma a parlarne sono per lo più gli esponenti politici e istituzionali, che compaiono nel 33% dei servizi sull’immigrazione andati in onda nei telegiornali di

Migranti, quando le notizie abbattono i muri

Nel 2016, il tema dell’immigrazione è entrato, in modo strutturale e pervasivo, nel sistema dell’informazione. Ma a parlarne sono per lo più gli esponenti politici e istituzionali, che compaiono nel 33% dei servizi sull’immigrazione andati in onda nei telegiornali di

“I have a dream” per i profughi siriani

“I have a dream…”. Così ti dicono i siriani profughi in Egitto. Il sogno è tornare a casa. I bambini lo chiedono alle madri, le madri rassicurano, ma sarà davvero possibile? Per il momento, il sogno è essere al sicuro.

“I have a dream” per i profughi siriani

“I have a dream…”. Così ti dicono i siriani profughi in Egitto. Il sogno è tornare a casa. I bambini lo chiedono alle madri, le madri rassicurano, ma sarà davvero possibile? Per il momento, il sogno è essere al sicuro.

Giornata del rifugiato – Un esodo che non ha precedenti

Nel 2014, circa 219mila persone hanno attraversato il Mediterraneo a bordo di imbarcazioni gestite dai trafficanti. Il 50 per cento erano rifugiati, in fuga da guerre e persecuzioni. Oltre 3.500 non sono mai arrivati a destinazione. Nel 2015, finora 80.500

Giornata del rifugiato – Un esodo che non ha precedenti

Nel 2014, circa 219mila persone hanno attraversato il Mediterraneo a bordo di imbarcazioni gestite dai trafficanti. Il 50 per cento erano rifugiati, in fuga da guerre e persecuzioni. Oltre 3.500 non sono mai arrivati a destinazione. Nel 2015, finora 80.500

Giornata del rifugiato – UNHCR, “Casa dolce casa“ per i profughi

Si chiama “Casa dolce casa” la campagna lanciata dall’Unhcr (Alto Commissariato dell’Onu per i rifugiati). Fino al 28 giugno, si può contribuire, donando 2 o 5 euro, con un sms al 45507. L’iniziativa avrà il suo apice il 20 giugno,

Giornata del rifugiato – UNHCR, “Casa dolce casa“ per i profughi

Si chiama “Casa dolce casa” la campagna lanciata dall’Unhcr (Alto Commissariato dell’Onu per i rifugiati). Fino al 28 giugno, si può contribuire, donando 2 o 5 euro, con un sms al 45507. L’iniziativa avrà il suo apice il 20 giugno,

Giornata del rifugiato, UNHCR: “Casa dolce casa” per i profughi

«Il mio futuro è nelle mani degli altri»: oggi Houda, siriana, da un centro di accoglienza guarda i suoi figli giocare. Ma soltanto qualche mese fa scappava da Damasco con tutta la famiglia.Sherine è una donna yazidi che è stata

Giornata del rifugiato, UNHCR: “Casa dolce casa” per i profughi

«Il mio futuro è nelle mani degli altri»: oggi Houda, siriana, da un centro di accoglienza guarda i suoi figli giocare. Ma soltanto qualche mese fa scappava da Damasco con tutta la famiglia.Sherine è una donna yazidi che è stata

“Fermiamo la strage”, la mobilitazione delle associazioni

“Salvare vite umane, proteggere le persone, non i confini”. Dev’essere questo l’obiettivo. Ne sono convinte le associazioni firmatarie dell’appello “Fermiamo la strage subito!, che hanno indetto una mobilitazione internazionale per il 20 giugno, Giornata mondiale del rifugiato. Appuntamento a Roma

“Fermiamo la strage”, la mobilitazione delle associazioni

“Salvare vite umane, proteggere le persone, non i confini”. Dev’essere questo l’obiettivo. Ne sono convinte le associazioni firmatarie dell’appello “Fermiamo la strage subito!, che hanno indetto una mobilitazione internazionale per il 20 giugno, Giornata mondiale del rifugiato. Appuntamento a Roma