Articoli con tag: Siria

Il Covid-19 e la metafora bellica – Covid-19 and the war metaphor

Manderei nello Yemen o ad Idlib chi continua a dire che “siamo in guerra”. Giusto per vedere se capisce la differenza. L’ho già detto, ma ripetita iuvant. Finché non ci cadono bombe sulla testa, non siamo in guerra. La parola

Il Covid-19 e la metafora bellica – Covid-19 and the war metaphor

Manderei nello Yemen o ad Idlib chi continua a dire che “siamo in guerra”. Giusto per vedere se capisce la differenza. L’ho già detto, ma ripetita iuvant. Finché non ci cadono bombe sulla testa, non siamo in guerra. La parola

Uomini che rendono più della droga – Men who make more than drugs

DW(ITALIA).Sarà Idlib – oggi al centro del conflitto fra ribelli (gruppi moderati ma anche jihadisti di Tahrir al-Sham) appoggiati dalla Turchia e governo siriano -, l’epilogo di nove anni di guerra in Siria? Una carneficina dove tutte le parti in

Uomini che rendono più della droga – Men who make more than drugs

DW(ITALIA).Sarà Idlib – oggi al centro del conflitto fra ribelli (gruppi moderati ma anche jihadisti di Tahrir al-Sham) appoggiati dalla Turchia e governo siriano -, l’epilogo di nove anni di guerra in Siria? Una carneficina dove tutte le parti in

La Libia è la nuova Siria – Libya is the new Syria

La Libia è la nuova Siria. Come i siriani sono scappati verso l’Europa, così faranno presto anche i libici. Ecco quello che avviene quando andiamo a “portare la democrazia” nei paesi “meno sviluppati”. In Libia si combatte una guerra per

La Libia è la nuova Siria – Libya is the new Syria

La Libia è la nuova Siria. Come i siriani sono scappati verso l’Europa, così faranno presto anche i libici. Ecco quello che avviene quando andiamo a “portare la democrazia” nei paesi “meno sviluppati”. In Libia si combatte una guerra per

Siria. Esplosione ad al-Bab – Syria. Explosion at al-Bab

19 morti, tra cui 9 civili, e 27 feriti. Sono le vittime dell’esplosione di un’autobomba ad al-Bab, località nel nordest della Siria, vicina al confine con la Turchia. Oggi quell’area è controllata dai miliziani filo Ankara. Quello è il confine

Siria. Esplosione ad al-Bab – Syria. Explosion at al-Bab

19 morti, tra cui 9 civili, e 27 feriti. Sono le vittime dell’esplosione di un’autobomba ad al-Bab, località nel nordest della Siria, vicina al confine con la Turchia. Oggi quell’area è controllata dai miliziani filo Ankara. Quello è il confine

Ecco chi sono le soldatesse dell’esercito curdo che combattono contro Erdogan – Here are the Turkish soldiers who fight against Erdogan

Vengono mitizzate, la stampa utilizza foto che ne evidenziano l’avvenenza, le chiama “amazzoni”, banalizzando così un progetto di portata storica. Un progetto che ha le radici in quarant’anni di lotte per la libertà, che non è stato e non è

Ecco chi sono le soldatesse dell’esercito curdo che combattono contro Erdogan – Here are the Turkish soldiers who fight against Erdogan

Vengono mitizzate, la stampa utilizza foto che ne evidenziano l’avvenenza, le chiama “amazzoni”, banalizzando così un progetto di portata storica. Un progetto che ha le radici in quarant’anni di lotte per la libertà, che non è stato e non è

Serata dedicata alla Siria – Evening dedicated to Syria

La Siria era un Paese dove convivevano in pace tradizioni, culture e religioni diverse: cristiani di tutti i riti, musulmani di tutti i tipi, ebrei…. Questa complessità dava fastidio». Ha iniziato così, venerdì 17 maggio alla Casa del Giovane di

Serata dedicata alla Siria – Evening dedicated to Syria

La Siria era un Paese dove convivevano in pace tradizioni, culture e religioni diverse: cristiani di tutti i riti, musulmani di tutti i tipi, ebrei…. Questa complessità dava fastidio». Ha iniziato così, venerdì 17 maggio alla Casa del Giovane di

Marzo, mese privilegiato per “dichiarare” guerra – March, a privileged month to “declare” war

Nella notte del 24 marzo 1999, la Nato con l’operazione Allied Force, scatenava i bombardamenti aerei su Serbia, Montenegro e Kosovo, per punire il presidente serbo Slobodan Milosevic e far cessare la violenza della sua polizia sulle popolazioni kosovare di

Marzo, mese privilegiato per “dichiarare” guerra – March, a privileged month to “declare” war

Nella notte del 24 marzo 1999, la Nato con l’operazione Allied Force, scatenava i bombardamenti aerei su Serbia, Montenegro e Kosovo, per punire il presidente serbo Slobodan Milosevic e far cessare la violenza della sua polizia sulle popolazioni kosovare di

Auguri Gabriele! – Greetings Gabriele!

Il giornalismo oggi sembra essere all’origine di tutti i mali. Fra spettacolarizzazione, fake news, ingerenze politiche, non ci facciamo mancare nulla. Eppure, ci sono ancora giornalisti che ricercano la verità e lo fanno anche a rischio della vita. Come Gabriele

Auguri Gabriele! – Greetings Gabriele!

Il giornalismo oggi sembra essere all’origine di tutti i mali. Fra spettacolarizzazione, fake news, ingerenze politiche, non ci facciamo mancare nulla. Eppure, ci sono ancora giornalisti che ricercano la verità e lo fanno anche a rischio della vita. Come Gabriele

Il salesiano Bortolaso, vescovi del dialogo – The Salesian Bortolaso, bishops of dialogue

«Mi sono sempre detto tu non sei il vescovo dei Latini soltanto, sei il vescovo di Gesù, e Gesù qui in Siria ha 22 milioni di anime». Bastano queste sue parole per riassumere l’attività di dialogo che il salesiano mons.

Il salesiano Bortolaso, vescovi del dialogo – The Salesian Bortolaso, bishops of dialogue

«Mi sono sempre detto tu non sei il vescovo dei Latini soltanto, sei il vescovo di Gesù, e Gesù qui in Siria ha 22 milioni di anime». Bastano queste sue parole per riassumere l’attività di dialogo che il salesiano mons.

Monsignor Zenari: “ospedali aperti” per far rinascere la Siria – Monsignor Zenari: “open hospitals” to revive Syria

Si definisce un «veterano delle guerre» il cardinale Mario Zenari, nunzio apostolico in Siria, per avervi assistito in Sri Lanka e Costa D’Avorio. Ma alle atrocità non ci si abitua mai. A fare le spese del conflitto siriano, entrato nel suo «ottavo

Monsignor Zenari: “ospedali aperti” per far rinascere la Siria – Monsignor Zenari: “open hospitals” to revive Syria

Si definisce un «veterano delle guerre» il cardinale Mario Zenari, nunzio apostolico in Siria, per avervi assistito in Sri Lanka e Costa D’Avorio. Ma alle atrocità non ci si abitua mai. A fare le spese del conflitto siriano, entrato nel suo «ottavo