Articoli con tag: talebani

Le donne protagoniste del loro futuro

Credono nei propri diritti e in sé stesse le donne afghane. Nonostante il potere patriarcale, nonostante la cultura tradizionale, nonostante i mille tabù tribali e religiosi.E, così, contro tutto e tutti, sono andate a votare, sabato 5 aprile, per scegliere

Le donne protagoniste del loro futuro

Credono nei propri diritti e in sé stesse le donne afghane. Nonostante il potere patriarcale, nonostante la cultura tradizionale, nonostante i mille tabù tribali e religiosi.E, così, contro tutto e tutti, sono andate a votare, sabato 5 aprile, per scegliere

Dossier Afghanistan. La voce delle donne afghane

  Suraya Pakzad, direttrice dell’organizzazione Voice of Women (ph Romina Gobbo). «Non pensate che l’Afghanistan abbia bisogno solo di uomini. Anche le donne devono fare la loro parte. Tutti dobbiamo contribuire per lo sviluppo della nostra nazione». Lo disse la regina Soraya che,

Dossier Afghanistan. La voce delle donne afghane

  Suraya Pakzad, direttrice dell’organizzazione Voice of Women (ph Romina Gobbo). «Non pensate che l’Afghanistan abbia bisogno solo di uomini. Anche le donne devono fare la loro parte. Tutti dobbiamo contribuire per lo sviluppo della nostra nazione». Lo disse la regina Soraya che,

Dossier Afghanistan. L’Afghanistan al bivio

Conto alla rovescia per la chiusura di Isaf (International Security Assistance Force), la missione Nato in Afghanistan. Dopo il 2014, niente più azioni offensive, solo supporto e assistenza, presenza militare contenuta e forte presenza civile. Rimangono, però, aperte alcune questioni chiave: l’entità del supporto

Dossier Afghanistan. L’Afghanistan al bivio

Conto alla rovescia per la chiusura di Isaf (International Security Assistance Force), la missione Nato in Afghanistan. Dopo il 2014, niente più azioni offensive, solo supporto e assistenza, presenza militare contenuta e forte presenza civile. Rimangono, però, aperte alcune questioni chiave: l’entità del supporto

Dossier Afghanistan. Elezioni, un passaggio cruciale per la democrazia

Il viceministro per la sicurezza del ministero degli Interni, il generale Mohammad Ayoub Salangi ascolta i responsabili del Centro di coordinamento delle forze di sicurezza afghane, che spiegano le misure approntate, nell’area del Regional Command West, in vista delle elezioni presidenziali del 5

Dossier Afghanistan. Elezioni, un passaggio cruciale per la democrazia

Il viceministro per la sicurezza del ministero degli Interni, il generale Mohammad Ayoub Salangi ascolta i responsabili del Centro di coordinamento delle forze di sicurezza afghane, che spiegano le misure approntate, nell’area del Regional Command West, in vista delle elezioni presidenziali del 5

Pakistan, cristiani sotto tiro

«Mi sento in pericolo», dice padre Emmanuel Parvez, sacerdote cattolico, parroco della chiesa di San Paolo Apostolo, a Pansara, nella diocesi di Faisalabad, in Punjab, Pakistan, incontrato in occasione di un suo passaggio a Creazzo, nella parrocchia di San Marco,

Pakistan, cristiani sotto tiro

«Mi sento in pericolo», dice padre Emmanuel Parvez, sacerdote cattolico, parroco della chiesa di San Paolo Apostolo, a Pansara, nella diocesi di Faisalabad, in Punjab, Pakistan, incontrato in occasione di un suo passaggio a Creazzo, nella parrocchia di San Marco,

Confessioni di un giovane profugo

In Afghanistan ti guardi attorno e le persone ti sembrano simili, la fisionomia riconoscibile, finché non incappi in qualcuno con “il naso schiacciato e gli occhi a mandorla”. Si dice che discendano da Gengis Khan (che nel 1222 invase l’Afghanistan,

Confessioni di un giovane profugo

In Afghanistan ti guardi attorno e le persone ti sembrano simili, la fisionomia riconoscibile, finché non incappi in qualcuno con “il naso schiacciato e gli occhi a mandorla”. Si dice che discendano da Gengis Khan (che nel 1222 invase l’Afghanistan,

Un rifugio contro le violenze

«Mi sono sposata a vent’anni. Mio marito era un drogato, mi picchiava perché quando “si faceva”, non capiva più nulla», racconta Leila. «Mi hanno fatto sposare a 10 anni, adesso ne ho 28. Lo scorso anno mio marito si è preso una

Un rifugio contro le violenze

«Mi sono sposata a vent’anni. Mio marito era un drogato, mi picchiava perché quando “si faceva”, non capiva più nulla», racconta Leila. «Mi hanno fatto sposare a 10 anni, adesso ne ho 28. Lo scorso anno mio marito si è preso una

Il martirio delle donne

Una quindicenne è stata torturata dal marito perché si è rifiutata di andare con altri uomini, come lui pretendeva. Un’altra ragazza è stata violentata da un signore della guerra. È rimasta incinta. Le hanno detto che, se accettava di sposare

Il martirio delle donne

Una quindicenne è stata torturata dal marito perché si è rifiutata di andare con altri uomini, come lui pretendeva. Un’altra ragazza è stata violentata da un signore della guerra. È rimasta incinta. Le hanno detto che, se accettava di sposare

Polvere, rabbia e dolore: l’infinito incubo afghano

Il giorno dopo a Kabul, mentre si contano le vittime, è sempre il giorno delle polemiche. «La gente è sempre più arrabbiata e delusa dalle promesse non mantenute dalla comunità internazionale»: a dirlo è la senatrice Belqees Roshan, membro della

Polvere, rabbia e dolore: l’infinito incubo afghano

Il giorno dopo a Kabul, mentre si contano le vittime, è sempre il giorno delle polemiche. «La gente è sempre più arrabbiata e delusa dalle promesse non mantenute dalla comunità internazionale»: a dirlo è la senatrice Belqees Roshan, membro della