Cop27 a Sharm El-Sheikh: solo un passo sulla lunga strada della giustizia climatica

La Cop27, che si è svolta a Sharm el-Sheikh in Egitto, dal 6 al 18 novembre, ha fatto un passo importante verso la giustizia climatica, come ha riconosciuto il segretario delle Nazioni Unite Antonio Guterres, ma ha mancato ancora una

Cop27 a Sharm El-Sheikh: solo un passo sulla lunga strada della giustizia climatica

La Cop27, che si è svolta a Sharm el-Sheikh in Egitto, dal 6 al 18 novembre, ha fatto un passo importante verso la giustizia climatica, come ha riconosciuto il segretario delle Nazioni Unite Antonio Guterres, ma ha mancato ancora una

Plastica sostenibile: «Chi ha detto che non si può?»

Lavoro con la “porcheria” fin da ragazzo quando, a mani nude, dividevo i residui delle materie plastiche, perché papà – un pioniere del settore – si occupava di rigenero. Dall’odore sapevo distinguere il polipropilene dal polietilene, acre il primo, dolciastro

Plastica sostenibile: «Chi ha detto che non si può?»

Lavoro con la “porcheria” fin da ragazzo quando, a mani nude, dividevo i residui delle materie plastiche, perché papà – un pioniere del settore – si occupava di rigenero. Dall’odore sapevo distinguere il polipropilene dal polietilene, acre il primo, dolciastro

Dialogo: la fratellanza giudeo-musulmana argentina e la comunità Ahmadyya italiana

“Amore per tutti, odio per nessuno”. Era scritto così sulla borsa con la quale Ataul Wasil Tariq, imam della Comunità Ahmadiyya italiana, è arrivato, il 5 settembre scorso, all’udienza con papa Francesco. Il Santo Padre l’ha subito notato. «Che bello!»,

Dialogo: la fratellanza giudeo-musulmana argentina e la comunità Ahmadyya italiana

“Amore per tutti, odio per nessuno”. Era scritto così sulla borsa con la quale Ataul Wasil Tariq, imam della Comunità Ahmadiyya italiana, è arrivato, il 5 settembre scorso, all’udienza con papa Francesco. Il Santo Padre l’ha subito notato. «Che bello!»,

Cultura e camminate a piedi. La “Retromarcia su Roma”

Il contraltare nel centenario della marcia fascista Con l’orrore negli occhi e l’odore di bruciato ancora nelle narici, Gavino Esse scappa. Via dal campo di concentramento di Legenfeld, in Germania, dove i suoi compagni erano stati letteralmente “arrostiti” nella catapecchia

Cultura e camminate a piedi. La “Retromarcia su Roma”

Il contraltare nel centenario della marcia fascista Con l’orrore negli occhi e l’odore di bruciato ancora nelle narici, Gavino Esse scappa. Via dal campo di concentramento di Legenfeld, in Germania, dove i suoi compagni erano stati letteralmente “arrostiti” nella catapecchia

Il missionario che sfuggì al rapimento: «La Nigeria mi è rimasta nel cuore»

Il popolo nigeriano gli è rimasto nel cuore, nonostante il tentativo di rapimento dello scorso 3 luglio. La vicenda ha avuto esito negativo per i rapitori, ciò non toglie che il missionario padre Luigi Brenna, 71 anni, dei Chierici Regolari Somaschi,

Il missionario che sfuggì al rapimento: «La Nigeria mi è rimasta nel cuore»

Il popolo nigeriano gli è rimasto nel cuore, nonostante il tentativo di rapimento dello scorso 3 luglio. La vicenda ha avuto esito negativo per i rapitori, ciò non toglie che il missionario padre Luigi Brenna, 71 anni, dei Chierici Regolari Somaschi,

Santa Bertilla, con il tumore accanto ai fragili

«Dica a don Giuliano che a Vicenza c’è ancora fede. E che quindi venga sereno, tutti lo accoglieranno a braccia aperte». Si è rivolto così il cardinale vicentino Pietro Parolin a un sacerdote della diocesi di Treviso, alla fine della

Santa Bertilla, con il tumore accanto ai fragili

«Dica a don Giuliano che a Vicenza c’è ancora fede. E che quindi venga sereno, tutti lo accoglieranno a braccia aperte». Si è rivolto così il cardinale vicentino Pietro Parolin a un sacerdote della diocesi di Treviso, alla fine della

Conto alla rovescia

«Per il bene comune e per far risplendere il nostro carisma». A chi non sapesse qual è l’obiettivo primario di un Capitolo Generale, le parole della missionaria comboniana suor Eleonora Reboldi, delegata capitolare Circoscrizione Mozambico-Sudafrica, chiarirebbero qualsiasi dubbio. Bisogna, però,

Conto alla rovescia

«Per il bene comune e per far risplendere il nostro carisma». A chi non sapesse qual è l’obiettivo primario di un Capitolo Generale, le parole della missionaria comboniana suor Eleonora Reboldi, delegata capitolare Circoscrizione Mozambico-Sudafrica, chiarirebbero qualsiasi dubbio. Bisogna, però,

A piedi con sant’Antonio nello zaino

Il 9 ottobre si è conclusa a Padova la lunga staffetta che ha portato la reliquia del Santo nei luoghi della sua predicazione in Italia. «È stato un fiume di grazia che lungo il cammino ha portato a incontrare 10mila

A piedi con sant’Antonio nello zaino

Il 9 ottobre si è conclusa a Padova la lunga staffetta che ha portato la reliquia del Santo nei luoghi della sua predicazione in Italia. «È stato un fiume di grazia che lungo il cammino ha portato a incontrare 10mila

Itinerari. Feltre. La memoria dei testimoni. Il santuario dei santi Vittore e Corona

Vittore era un soldato cristiano che subì il martirio in Siria, durante la persecuzione dell’imperatore romano Marco Aurelio. Nonostante efferate torture, Vittore non cede e continua a manifestare la propria fede. Presente al supplizio è Corona, giovane sposa di un

Itinerari. Feltre. La memoria dei testimoni. Il santuario dei santi Vittore e Corona

Vittore era un soldato cristiano che subì il martirio in Siria, durante la persecuzione dell’imperatore romano Marco Aurelio. Nonostante efferate torture, Vittore non cede e continua a manifestare la propria fede. Presente al supplizio è Corona, giovane sposa di un

Fare il giro del mondo con le comboniane

Una chiacchierata con una decina di missionarie comboniane basta per fare il giro del mondo. Non solo dal punto di vista geografico. Grazie a missionarie diffuse in quattro continenti, si possono conoscere economie, stili di vita, culture, confessioni religiose dei

Fare il giro del mondo con le comboniane

Una chiacchierata con una decina di missionarie comboniane basta per fare il giro del mondo. Non solo dal punto di vista geografico. Grazie a missionarie diffuse in quattro continenti, si possono conoscere economie, stili di vita, culture, confessioni religiose dei