Verona. Missionarie comboniane, promessa che continua

«Questa mostra risponde ad un desiderio profondo che avevamo in occasione del nostro 150esimo anniversario di fondazione. Volevamo raccontare una storia viva, che cammina con la città di Verona, e con tutte le nostre missioni nel mondo. E volevamo anche

Verona. Missionarie comboniane, promessa che continua

«Questa mostra risponde ad un desiderio profondo che avevamo in occasione del nostro 150esimo anniversario di fondazione. Volevamo raccontare una storia viva, che cammina con la città di Verona, e con tutte le nostre missioni nel mondo. E volevamo anche

Marostica. La notte degli scacchi viventi

«Mi dispiace solo che per la prima volta da 42 anni non sarò tra i figuranti, perché mi devo occupare dell’organizzazione. Gestire un migliaio di persone, di cui 650 figuranti, è piuttosto impegnativo». Simone Bucco, 49 anni, presidente della Pro

Marostica. La notte degli scacchi viventi

«Mi dispiace solo che per la prima volta da 42 anni non sarò tra i figuranti, perché mi devo occupare dell’organizzazione. Gestire un migliaio di persone, di cui 650 figuranti, è piuttosto impegnativo». Simone Bucco, 49 anni, presidente della Pro

Monselice. La piccola Roma sui colli Euganei

È il 1605 quando il nobile veneziano Duodo si reca a Roma per chiedere a Paolo VI di concedere l’indulgenza plenaria ai pellegrini in visita alla chiesa di San Giorgio, prospiciente alla sua dimora, sul monte che sovrasta Monselice, cittadina

Monselice. La piccola Roma sui colli Euganei

È il 1605 quando il nobile veneziano Duodo si reca a Roma per chiedere a Paolo VI di concedere l’indulgenza plenaria ai pellegrini in visita alla chiesa di San Giorgio, prospiciente alla sua dimora, sul monte che sovrasta Monselice, cittadina

San Miniato. Irma, l’ebrea che sconfisse i nazisti

«I russi stanno arrivando». Che la libertà sia legata all’arrivo dei russi, di questi tempi sembra paradossale. Ma nel marzo 1945, l’epoca in cui è ambientata la piéce “Irma Kohn è stata qui” (produzione Elsinor), andata in scena in prima

San Miniato. Irma, l’ebrea che sconfisse i nazisti

«I russi stanno arrivando». Che la libertà sia legata all’arrivo dei russi, di questi tempi sembra paradossale. Ma nel marzo 1945, l’epoca in cui è ambientata la piéce “Irma Kohn è stata qui” (produzione Elsinor), andata in scena in prima

Le sorelle sacrestane da 60 anni a servizio della Chiesa

A Gallio, sull’Altopiano dei Sette Comuni in provincia di Vicenza e diocesi di Padova, tutti – anche i villeggianti – sanno che la famiglia Gloder è totalmente dedita alla parrocchia di San Bartolomeo, ma non solo, anche alle altre chiese

Le sorelle sacrestane da 60 anni a servizio della Chiesa

A Gallio, sull’Altopiano dei Sette Comuni in provincia di Vicenza e diocesi di Padova, tutti – anche i villeggianti – sanno che la famiglia Gloder è totalmente dedita alla parrocchia di San Bartolomeo, ma non solo, anche alle altre chiese

Transizione ecologica? In montagna

«Giovanni Paolo I alzava spesso gli occhi verso i monti. Erano il paradigma attraverso il quale portava dentro di sé questo incredibile paesaggio montano. La vita che si svolge in montagna è davvero dentro di lui, nel suo dna». Ispirandosi

Transizione ecologica? In montagna

«Giovanni Paolo I alzava spesso gli occhi verso i monti. Erano il paradigma attraverso il quale portava dentro di sé questo incredibile paesaggio montano. La vita che si svolge in montagna è davvero dentro di lui, nel suo dna». Ispirandosi

Leopoli, il dolore silenzioso vince il suono delle sirene

È una sirena ostinata a ricordarci che siamo in un Paese in guerra. Una sirena che avverte di scappare nei rifugi, ma non si vede il panico e neppure serrande che si abbassano, così come vorrebbe il protocollo. La gente è

Leopoli, il dolore silenzioso vince il suono delle sirene

È una sirena ostinata a ricordarci che siamo in un Paese in guerra. Una sirena che avverte di scappare nei rifugi, ma non si vede il panico e neppure serrande che si abbassano, così come vorrebbe il protocollo. La gente è

Nasce “ConAdoa” rete tra le opere nate nelle Diocesi

Si chiama ConAdoa, è il Coordinamento nazionale che riunisce Associazioni diocesane Opere assistenzialie Organizzazioni non profit e del terzo settore. Si è costituito martedì 12 su ispirazione dell’esperienza diAdoa Verona, anche se ha sede a Roma. «Qualche anno fa ho

Nasce “ConAdoa” rete tra le opere nate nelle Diocesi

Si chiama ConAdoa, è il Coordinamento nazionale che riunisce Associazioni diocesane Opere assistenzialie Organizzazioni non profit e del terzo settore. Si è costituito martedì 12 su ispirazione dell’esperienza diAdoa Verona, anche se ha sede a Roma. «Qualche anno fa ho

Silvia Budri. Una donna di speranza – Il bene nelle pieghe della vita

«Toc, toc, scusate sono un’attrice che, causa pandemia, non sta lavorando». L’unica volta che Silvia Budri si è auto definita è quando, nel 2020, per compensare i mancati introiti, ha scelto di re-inventarsi venditrice porta a porta di articoli religiosi.

Silvia Budri. Una donna di speranza – Il bene nelle pieghe della vita

«Toc, toc, scusate sono un’attrice che, causa pandemia, non sta lavorando». L’unica volta che Silvia Budri si è auto definita è quando, nel 2020, per compensare i mancati introiti, ha scelto di re-inventarsi venditrice porta a porta di articoli religiosi.

“Costellazioni” nella chiesa dell’Autostrada

«Vogliamo valorizzare i talenti locali attraverso incontri di carattere popolare, e aperti a tutti ma, allo stesso tempo, vogliamo che il pubblico che ci seguirà comprenda appieno l’importanza del connubio arte-fede». Illustra così don Vincenzo Arnone l’iniziativa “All’ombra della tenda”

“Costellazioni” nella chiesa dell’Autostrada

«Vogliamo valorizzare i talenti locali attraverso incontri di carattere popolare, e aperti a tutti ma, allo stesso tempo, vogliamo che il pubblico che ci seguirà comprenda appieno l’importanza del connubio arte-fede». Illustra così don Vincenzo Arnone l’iniziativa “All’ombra della tenda”