/ BLOG

Quasi due anni di mascherina

Nel marzo 2020 scoppiò la pandemia di Covid-19. Da più parti si sollecitava ad indossare la mascherina, al tempo unico modo per evitare il contagio oltre, naturalmente, al mantenimento della distanza. Il problema era che le mascherine non si trovavano.

/ BLOG

Quasi due anni di mascherina

Nel marzo 2020 scoppiò la pandemia di Covid-19. Da più parti si sollecitava ad indossare la mascherina, al tempo unico modo per evitare il contagio oltre, naturalmente, al mantenimento della distanza. Il problema era che le mascherine non si trovavano.

La grande alluvione in mostra per non dimenticare il Polesine

Le immagini e il ricordo 70 anni dopo C’è chi racconta di aver ospitato una famiglia sfollata e chi di aver ascoltato alla radio gli appelli alla solidarietà. Sono passati settant’anni, ma in Veneto il ricordo dell’alluvione che, tra il

La grande alluvione in mostra per non dimenticare il Polesine

Le immagini e il ricordo 70 anni dopo C’è chi racconta di aver ospitato una famiglia sfollata e chi di aver ascoltato alla radio gli appelli alla solidarietà. Sono passati settant’anni, ma in Veneto il ricordo dell’alluvione che, tra il

Due nuovi assessori alla Solitudine. La scelta dei Comuni contro il disagio

Un assessorato tutto nuovo per un’amministrazione comunale tutta nuova. Siamo a Povegliano Veronese, sulla strada per Mantova, 7mila anime, tra il capoluogo e le sei frazioni. «Si tratta di un Comune piccolo, ma che si estende su un territorio relativamente vasto,

Due nuovi assessori alla Solitudine. La scelta dei Comuni contro il disagio

Un assessorato tutto nuovo per un’amministrazione comunale tutta nuova. Siamo a Povegliano Veronese, sulla strada per Mantova, 7mila anime, tra il capoluogo e le sei frazioni. «Si tratta di un Comune piccolo, ma che si estende su un territorio relativamente vasto,

Melodia di una storia familiare nella fisarmonica di Francesca

C’era una volta un noce piantato alla nascita di una bambina, destinato a diventare il baule della sua dote, ma non avvenne perché la bambina – diventata ragazza nella Seconda guerra mondiale – morì sotto un bombardamento. Poco dopo morì

Melodia di una storia familiare nella fisarmonica di Francesca

C’era una volta un noce piantato alla nascita di una bambina, destinato a diventare il baule della sua dote, ma non avvenne perché la bambina – diventata ragazza nella Seconda guerra mondiale – morì sotto un bombardamento. Poco dopo morì

/ BLOG

Afghanistan, crocevia di popoli

Il nostro sguardo “occidentale” tende ad essere superficiale, se non addirittura banale, quando guardiamo agli “altri mondi”.Ci sfugge la complessità. L’Afghanistan è un coacervo di gruppi etnici, oltre a quello dominante, i Pashtun: ci sono Tagiki (secondo gruppo per consistenza

/ BLOG

Afghanistan, crocevia di popoli

Il nostro sguardo “occidentale” tende ad essere superficiale, se non addirittura banale, quando guardiamo agli “altri mondi”.Ci sfugge la complessità. L’Afghanistan è un coacervo di gruppi etnici, oltre a quello dominante, i Pashtun: ci sono Tagiki (secondo gruppo per consistenza

Priština – Il santuario di Madre Teresa è la casa di tutti

Non è solo un edificio, è il simbolo di una Chiesa che risorge dopo anni di annichilimento. E se la sua costruzione all’inizio aveva sollevato obiezioni nella comunità a maggioranza musulmana, che non voleva consegnare il centro della città alla

Priština – Il santuario di Madre Teresa è la casa di tutti

Non è solo un edificio, è il simbolo di una Chiesa che risorge dopo anni di annichilimento. E se la sua costruzione all’inizio aveva sollevato obiezioni nella comunità a maggioranza musulmana, che non voleva consegnare il centro della città alla

/ BLOG

Guerra e informazione: riflessioni in libertà

Mentre scorrono da giorni le immagini di Kabul, la domanda che mi pongo è: che cosa sarebbe la guerra senza le immagini? Senza le cronache in diretta? Prima le telecamere, oggi i telefonini. Quello che non è coperto da immagini,

/ BLOG

Guerra e informazione: riflessioni in libertà

Mentre scorrono da giorni le immagini di Kabul, la domanda che mi pongo è: che cosa sarebbe la guerra senza le immagini? Senza le cronache in diretta? Prima le telecamere, oggi i telefonini. Quello che non è coperto da immagini,

San Servolo, la prima isola “green” – Il progetto di Venice Light(Y)ear con una campagna di equity crowfunding

Una pavimentazione con pannelli fotovoltaici contribuirà a fornire energia I pannelli fotovoltaici fanno bene all’ambiente e, in questo caso, fanno anche bene alle tante persone che, per averli, si sono prodigate. «Un progresso sostenibile non deve mettere semplicemente assieme uomini

San Servolo, la prima isola “green” – Il progetto di Venice Light(Y)ear con una campagna di equity crowfunding

Una pavimentazione con pannelli fotovoltaici contribuirà a fornire energia I pannelli fotovoltaici fanno bene all’ambiente e, in questo caso, fanno anche bene alle tante persone che, per averli, si sono prodigate. «Un progresso sostenibile non deve mettere semplicemente assieme uomini

Collevalenza (Pg). Nell’abbraccio della Misericordia

Chissà che cosa avrebbe detto Madre Speranza del fatto che la sua foto su Facebook ha ricevuto cinquantamila visualizzazioni? Lei che schivava i media. Lei che amava il fare – fu cuoca, operaia, sarta, contadina -, ma non l’apparire. «L’esposizione

Collevalenza (Pg). Nell’abbraccio della Misericordia

Chissà che cosa avrebbe detto Madre Speranza del fatto che la sua foto su Facebook ha ricevuto cinquantamila visualizzazioni? Lei che schivava i media. Lei che amava il fare – fu cuoca, operaia, sarta, contadina -, ma non l’apparire. «L’esposizione

Prima suora mozambicana nelle Orsoline Cuore di Maria

Circondata dai familiari, dalle consorelle suor Dominique De Blasio e suor Federica Cacciavillani, e dalla superiora generale suor Maria Luisa Bertuzzo, domani mattina alle 10 nella parrocchia di san Matteo Evangelista di Beira, in Mozambico, suor Fátima Amélia Gozaga pronuncerà

Prima suora mozambicana nelle Orsoline Cuore di Maria

Circondata dai familiari, dalle consorelle suor Dominique De Blasio e suor Federica Cacciavillani, e dalla superiora generale suor Maria Luisa Bertuzzo, domani mattina alle 10 nella parrocchia di san Matteo Evangelista di Beira, in Mozambico, suor Fátima Amélia Gozaga pronuncerà