«Così la mafia si è insediata al Nord – A Verona la “pace” tra le ‘ndrine»

Una vera e propria guerra alla mafia del Nord Est a colpi di interdittive. Per impedire che il territorio veneto venga “contaminato” da chi si muove nell’illegalità. È quanto sta accadendo a Verona, dove pochi giorni fa è arrivato un

«Così la mafia si è insediata al Nord – A Verona la “pace” tra le ‘ndrine»

Una vera e propria guerra alla mafia del Nord Est a colpi di interdittive. Per impedire che il territorio veneto venga “contaminato” da chi si muove nell’illegalità. È quanto sta accadendo a Verona, dove pochi giorni fa è arrivato un

Le donne, capaci di sconvolgere Gesù

«È un rapporto privilegiato quello di Gesù con le donne. Questi incontri hanno sempre segnato una svolta nella vita delle donne, ma anche di Gesù». Per Donatella Mottin, direttrice del Centro Documentazione e Studi dell’associazione “Presenza Donna“ di Vicenza, è

Le donne, capaci di sconvolgere Gesù

«È un rapporto privilegiato quello di Gesù con le donne. Questi incontri hanno sempre segnato una svolta nella vita delle donne, ma anche di Gesù». Per Donatella Mottin, direttrice del Centro Documentazione e Studi dell’associazione “Presenza Donna“ di Vicenza, è

Medici malati e morti, la conta infinita

In prima linea ci sono anche loro. Dimenticati, trascurati, discriminati persino. E a volte contagiati, proprio come gli altri. «Sono un medico. Sono albanese, di Scutari. Mi sono laureata in medicina all’università italiana di Tirana, gemellata con Tor Vergata di

Medici malati e morti, la conta infinita

In prima linea ci sono anche loro. Dimenticati, trascurati, discriminati persino. E a volte contagiati, proprio come gli altri. «Sono un medico. Sono albanese, di Scutari. Mi sono laureata in medicina all’università italiana di Tirana, gemellata con Tor Vergata di

“Non corpi, ma persone”. 8 febbraio, Giornata mondiale contro la tratta

Quasi 2.000 vittime di tratta sono state assistite dalle Organizzazioni non governative italiane nel 2019. L’82% delle vittime sono donne, sfruttate nell’industria della prostituzione. Solo 42 trafficanti sono stati condannati. (Trafficking in Person Report 2020, Dipartimento di Stato Usa). Va

“Non corpi, ma persone”. 8 febbraio, Giornata mondiale contro la tratta

Quasi 2.000 vittime di tratta sono state assistite dalle Organizzazioni non governative italiane nel 2019. L’82% delle vittime sono donne, sfruttate nell’industria della prostituzione. Solo 42 trafficanti sono stati condannati. (Trafficking in Person Report 2020, Dipartimento di Stato Usa). Va

/ BLOG

Una memoria che sia vita

Nella Giornata della memoria, che ricorda la morte nei campi di concentramento di ebrei, rom, sinti, omosessuali e altre persone vulnerabili, mi piace sottolineare che la memoria ha un senso se non è fine a sé stessa. Se non è

/ BLOG

Una memoria che sia vita

Nella Giornata della memoria, che ricorda la morte nei campi di concentramento di ebrei, rom, sinti, omosessuali e altre persone vulnerabili, mi piace sottolineare che la memoria ha un senso se non è fine a sé stessa. Se non è

Il linguaggio giornalistico spiegato agli studenti

Oltre 600 studenti degli Istituti ITIS “A. Rossi” e Liceo “G. B. Quadri” di Vicenza, e IIS “Marzotto-Luzzatti” di Valdagno (provincia di Vicenza) mi hanno seguito in streaming, da martedì 19 a giovedì 21 gennaio, in un percorso di conoscenza

Il linguaggio giornalistico spiegato agli studenti

Oltre 600 studenti degli Istituti ITIS “A. Rossi” e Liceo “G. B. Quadri” di Vicenza, e IIS “Marzotto-Luzzatti” di Valdagno (provincia di Vicenza) mi hanno seguito in streaming, da martedì 19 a giovedì 21 gennaio, in un percorso di conoscenza

Fede e comunicazione – Anche religiose e religiosi ridono. Sui social la gioia di essere consacrati

Lo sapete che «Anche i religiosi ridono?». Lo fanno su Facebook, YouTube, Instagram, Tik Tok. Con un breve video, dai 30 secondi al minuto, perché l’attenzione dopo scema. L’iniziativa, partita da Usmi e Cism, associazioni che raccolgono rispettivamente le congregazioni

Fede e comunicazione – Anche religiose e religiosi ridono. Sui social la gioia di essere consacrati

Lo sapete che «Anche i religiosi ridono?». Lo fanno su Facebook, YouTube, Instagram, Tik Tok. Con un breve video, dai 30 secondi al minuto, perché l’attenzione dopo scema. L’iniziativa, partita da Usmi e Cism, associazioni che raccolgono rispettivamente le congregazioni

Al Festival Biblico si parla di fratellanza. La manifestazione è giunta alla 17esima edizione

«Quando finalmente potremo uscire, come ci relazioneremo gli uni con gli altri? Senza mascherina, l’altro ci farà paura? Che fame avremo? Di spiritualità? Di fede? Da dove ripartiremo?» Gli interrogativi che si sono posti gli organizzatori del Festival Biblico, alle

Al Festival Biblico si parla di fratellanza. La manifestazione è giunta alla 17esima edizione

«Quando finalmente potremo uscire, come ci relazioneremo gli uni con gli altri? Senza mascherina, l’altro ci farà paura? Che fame avremo? Di spiritualità? Di fede? Da dove ripartiremo?» Gli interrogativi che si sono posti gli organizzatori del Festival Biblico, alle

Giovanni Putoto: «Nella fede trovo il coraggio per aiutare i malati» – «In the faith I find the courage to help the sicks »

«La guerra, il virus ebola in Serra Leone, il ciclone Idai in Mozambico, la fame in Sud Sudan, il genocidio del Rwanda, il Covid in Etiopia… È nelle emergenze che si fa l’esperienza del limite». Il medico trevigiano Giovanni Putoto,

Giovanni Putoto: «Nella fede trovo il coraggio per aiutare i malati» – «In the faith I find the courage to help the sicks »

«La guerra, il virus ebola in Serra Leone, il ciclone Idai in Mozambico, la fame in Sud Sudan, il genocidio del Rwanda, il Covid in Etiopia… È nelle emergenze che si fa l’esperienza del limite». Il medico trevigiano Giovanni Putoto,

Verona. Le lacrime di Maria che donano speranza

«Ascolto tutti, e poi porto a Gesù i problemi». Annamaria è l’eremita che non ti aspetti, perché ha scelto un eremo particolare, dove difficilmente resta da sola. Dal 2016 vive nella casa canonica del santuario della Madonna di La Salette

Verona. Le lacrime di Maria che donano speranza

«Ascolto tutti, e poi porto a Gesù i problemi». Annamaria è l’eremita che non ti aspetti, perché ha scelto un eremo particolare, dove difficilmente resta da sola. Dal 2016 vive nella casa canonica del santuario della Madonna di La Salette