Padre Mauro Armanino. Tra i migranti nelle sabbie del Sahel

«La sabbia, la polvere, il vento. Sono per me elementi inscindibili della percezione della realtà nigerina-saheliana. Una giustizia di sabbia, un’educazione di sabbia, una politica di sabbia che, quando arriva l’harmattan (il vento del deserto), diventa polvere che tutto copre,

Padre Mauro Armanino. Tra i migranti nelle sabbie del Sahel

«La sabbia, la polvere, il vento. Sono per me elementi inscindibili della percezione della realtà nigerina-saheliana. Una giustizia di sabbia, un’educazione di sabbia, una politica di sabbia che, quando arriva l’harmattan (il vento del deserto), diventa polvere che tutto copre,

/ BLOG

Afghanistan, crocevia di popoli

Il nostro sguardo “occidentale” tende ad essere superficiale, se non addirittura banale, quando guardiamo agli “altri mondi”.Ci sfugge la complessità. L’Afghanistan è un coacervo di gruppi etnici, oltre a quello dominante, i Pashtun: ci sono Tagiki (secondo gruppo per consistenza

/ BLOG

Afghanistan, crocevia di popoli

Il nostro sguardo “occidentale” tende ad essere superficiale, se non addirittura banale, quando guardiamo agli “altri mondi”.Ci sfugge la complessità. L’Afghanistan è un coacervo di gruppi etnici, oltre a quello dominante, i Pashtun: ci sono Tagiki (secondo gruppo per consistenza

Priština – Il santuario di Madre Teresa è la casa di tutti

Non è solo un edificio, è il simbolo di una Chiesa che risorge dopo anni di annichilimento. E se la sua costruzione all’inizio aveva sollevato obiezioni nella comunità a maggioranza musulmana, che non voleva consegnare il centro della città alla

Priština – Il santuario di Madre Teresa è la casa di tutti

Non è solo un edificio, è il simbolo di una Chiesa che risorge dopo anni di annichilimento. E se la sua costruzione all’inizio aveva sollevato obiezioni nella comunità a maggioranza musulmana, che non voleva consegnare il centro della città alla

/ BLOG

Guerra e informazione: riflessioni in libertà

Mentre scorrono da giorni le immagini di Kabul, la domanda che mi pongo è: che cosa sarebbe la guerra senza le immagini? Senza le cronache in diretta? Prima le telecamere, oggi i telefonini. Quello che non è coperto da immagini,

/ BLOG

Guerra e informazione: riflessioni in libertà

Mentre scorrono da giorni le immagini di Kabul, la domanda che mi pongo è: che cosa sarebbe la guerra senza le immagini? Senza le cronache in diretta? Prima le telecamere, oggi i telefonini. Quello che non è coperto da immagini,

San Servolo, la prima isola “green” – Il progetto di Venice Light(Y)ear con una campagna di equity crowfunding

Una pavimentazione con pannelli fotovoltaici contribuirà a fornire energia I pannelli fotovoltaici fanno bene all’ambiente e, in questo caso, fanno anche bene alle tante persone che, per averli, si sono prodigate. «Un progresso sostenibile non deve mettere semplicemente assieme uomini

San Servolo, la prima isola “green” – Il progetto di Venice Light(Y)ear con una campagna di equity crowfunding

Una pavimentazione con pannelli fotovoltaici contribuirà a fornire energia I pannelli fotovoltaici fanno bene all’ambiente e, in questo caso, fanno anche bene alle tante persone che, per averli, si sono prodigate. «Un progresso sostenibile non deve mettere semplicemente assieme uomini

Collevalenza (Pg). Nell’abbraccio della Misericordia

Chissà che cosa avrebbe detto Madre Speranza del fatto che la sua foto su Facebook ha ricevuto cinquantamila visualizzazioni? Lei che schivava i media. Lei che amava il fare – fu cuoca, operaia, sarta, contadina -, ma non l’apparire. «L’esposizione

Collevalenza (Pg). Nell’abbraccio della Misericordia

Chissà che cosa avrebbe detto Madre Speranza del fatto che la sua foto su Facebook ha ricevuto cinquantamila visualizzazioni? Lei che schivava i media. Lei che amava il fare – fu cuoca, operaia, sarta, contadina -, ma non l’apparire. «L’esposizione

Prima suora mozambicana nelle Orsoline Cuore di Maria

Circondata dai familiari, dalle consorelle suor Dominique De Blasio e suor Federica Cacciavillani, e dalla superiora generale suor Maria Luisa Bertuzzo, domani mattina alle 10 nella parrocchia di san Matteo Evangelista di Beira, in Mozambico, suor Fátima Amélia Gozaga pronuncerà

Prima suora mozambicana nelle Orsoline Cuore di Maria

Circondata dai familiari, dalle consorelle suor Dominique De Blasio e suor Federica Cacciavillani, e dalla superiora generale suor Maria Luisa Bertuzzo, domani mattina alle 10 nella parrocchia di san Matteo Evangelista di Beira, in Mozambico, suor Fátima Amélia Gozaga pronuncerà

Andrea Masullo, direttore scientifico di Greenaccord Onlus: «Clima, si fa poco o nulla per invertire la rotta»

«In questo periodo stiamo vivendo due eventi estremi: temperature altissime nel Nord America e ondate di pioggia in Europa. Sono eventi connessi a una situazione climatica generale che sta evolvendo in questa direzione. C’è da aggiungere che accadono su un

Andrea Masullo, direttore scientifico di Greenaccord Onlus: «Clima, si fa poco o nulla per invertire la rotta»

«In questo periodo stiamo vivendo due eventi estremi: temperature altissime nel Nord America e ondate di pioggia in Europa. Sono eventi connessi a una situazione climatica generale che sta evolvendo in questa direzione. C’è da aggiungere che accadono su un

Pellegrinaggi in Terra Santa: la ripresa rimane un’incognita

Continua l’incognita pellegrinaggi in Terra Santa. Dopo l’anno horribilis 2020 che – causa lockdown -, ha visto gli arrivi quasi azzerati (secondo l’Ufficio centrale di statistica di Israele, nel 2019 ci furono 4,5 milioni di persone), il 2021 sembrava essere

Pellegrinaggi in Terra Santa: la ripresa rimane un’incognita

Continua l’incognita pellegrinaggi in Terra Santa. Dopo l’anno horribilis 2020 che – causa lockdown -, ha visto gli arrivi quasi azzerati (secondo l’Ufficio centrale di statistica di Israele, nel 2019 ci furono 4,5 milioni di persone), il 2021 sembrava essere

Quando l’auto elettrica era l’Urbanina. Nel 1965 il primo tentativo di produzione

«Non inquinava, era silenziosa come lo è il nostro territorio, connotato dalla campagna, era confortevole, di velocità e dimensioni adeguate ai paesi, costava poco. Aveva tutte le caratteristiche per poter essere citata nell’enciclica Laudato si’ di papa Francesco». Si tratta

Quando l’auto elettrica era l’Urbanina. Nel 1965 il primo tentativo di produzione

«Non inquinava, era silenziosa come lo è il nostro territorio, connotato dalla campagna, era confortevole, di velocità e dimensioni adeguate ai paesi, costava poco. Aveva tutte le caratteristiche per poter essere citata nell’enciclica Laudato si’ di papa Francesco». Si tratta