«La morte parla anche ai non credenti». Il cappellano del cimitero monumentale di Verona

«Come faremo in quest’anno così difficile a cantare la gioia del Natale? È la domanda che mi pongo in questi giorni mentre mi accingo a preparare l’omelia. Il Natale per me è sempre stato un momento di serenità e di

«La morte parla anche ai non credenti». Il cappellano del cimitero monumentale di Verona

«Come faremo in quest’anno così difficile a cantare la gioia del Natale? È la domanda che mi pongo in questi giorni mentre mi accingo a preparare l’omelia. Il Natale per me è sempre stato un momento di serenità e di

/ BLOG

Il messaggio di Gesù immutato (e inascoltato) da duemila anni

Oggi festeggiamo la nascita di un Bambino che ha trasformato il mondo. Credenti o non credenti, fedeli di altre confessioni, per tutti Gesù resta un rivoluzionario, perché ha totalmente ribaltato la mentalità dell’epoca. Gesù è stato sempre dalla parte dei

/ BLOG

Il messaggio di Gesù immutato (e inascoltato) da duemila anni

Oggi festeggiamo la nascita di un Bambino che ha trasformato il mondo. Credenti o non credenti, fedeli di altre confessioni, per tutti Gesù resta un rivoluzionario, perché ha totalmente ribaltato la mentalità dell’epoca. Gesù è stato sempre dalla parte dei

Un manifesto e attività social per “La terra dei presepi”. L’iniziativa ai tempi del Covid

“E così uscimmo a riveder le stelle”: ha il supporto di diocesi e parrocchie la proposta di quest’anno di “Terre di presepi”, sodalizio che dal 2014 promuove il pellegrinaggio natalizio fra i presepi di Toscana, Lazio, Umbria ed Emilia. Ma

Un manifesto e attività social per “La terra dei presepi”. L’iniziativa ai tempi del Covid

“E così uscimmo a riveder le stelle”: ha il supporto di diocesi e parrocchie la proposta di quest’anno di “Terre di presepi”, sodalizio che dal 2014 promuove il pellegrinaggio natalizio fra i presepi di Toscana, Lazio, Umbria ed Emilia. Ma

Dalle carceri di Videla al Giardino dei piccoli

Un cappuccio sulla testa, le mani legate dietro la schiena, un luogo sconosciuto. È così che siamo diventati desaparecidos, cioè scomparsi dalla faccia della terra. Inizia così la seconda parte della vita di Emilio Marchi, 77 anni, nato a Buenos

Dalle carceri di Videla al Giardino dei piccoli

Un cappuccio sulla testa, le mani legate dietro la schiena, un luogo sconosciuto. È così che siamo diventati desaparecidos, cioè scomparsi dalla faccia della terra. Inizia così la seconda parte della vita di Emilio Marchi, 77 anni, nato a Buenos

Fumetti. Borzaga, giovane martire

«Sta tutto in quel ciuffo il pensiero di padre Mario, cioè che un missionario dev’essere anche simpatico»: è soddisfatto del risultato Paolo Damosso, biografo del beato trentino Mario Borzaga, mentre guarda la graphic novel “Alla ricerca della felicità, che ha

Fumetti. Borzaga, giovane martire

«Sta tutto in quel ciuffo il pensiero di padre Mario, cioè che un missionario dev’essere anche simpatico»: è soddisfatto del risultato Paolo Damosso, biografo del beato trentino Mario Borzaga, mentre guarda la graphic novel “Alla ricerca della felicità, che ha

Vicenza. Parolin: il giornalista sia guidato dalla verità – Parolin: the reporter must be driven by the truth

«In un tempo in cui è difficile esprimere la propria appartenenza, perché tutto è fluido e liquido, informare per un settimanale diocesano è motivo per scoprire la verità, la bontà e la bellezza. Il giornalista e, a maggior ragione, il

Vicenza. Parolin: il giornalista sia guidato dalla verità – Parolin: the reporter must be driven by the truth

«In un tempo in cui è difficile esprimere la propria appartenenza, perché tutto è fluido e liquido, informare per un settimanale diocesano è motivo per scoprire la verità, la bontà e la bellezza. Il giornalista e, a maggior ragione, il

La parrocchia di San Zeno in diocesi di Verona

«Durante il lockdown, molte persone ci hanno detto di aver riscoperto la fede, pregando in famiglia. Tuttavia, soprattutto in questo periodo natalizio, tutti sentono il bisogno di tornare a stare insieme di fronte all’altare», dice don Marco Crescente, co-parroco con

La parrocchia di San Zeno in diocesi di Verona

«Durante il lockdown, molte persone ci hanno detto di aver riscoperto la fede, pregando in famiglia. Tuttavia, soprattutto in questo periodo natalizio, tutti sentono il bisogno di tornare a stare insieme di fronte all’altare», dice don Marco Crescente, co-parroco con

Accanto agli anziani fragili. «Lasciati da soli in trincea»

Carenza di personale ormai cronica, nessuna copertura assicurativa, penalizzati da una narrazione giornalistica distorsiva della situazione che si vive nelle residenze per anziane accreditate del Veneto e di Verona. Nonostante queste fatiche, oltre 700 anziani positivi al Covid-19 sono stati

Accanto agli anziani fragili. «Lasciati da soli in trincea»

Carenza di personale ormai cronica, nessuna copertura assicurativa, penalizzati da una narrazione giornalistica distorsiva della situazione che si vive nelle residenze per anziane accreditate del Veneto e di Verona. Nonostante queste fatiche, oltre 700 anziani positivi al Covid-19 sono stati

“A casa nostra”, il teatro ci racconta

Il palcoscenico abbassato, le poltroncine coperte, la polvere depositata sulle suppellettili di scena, le luci spente. «Se non vengono “abitati”, i teatri muoiono. Come avviene per una casa disabitata, così avviene per il teatro, che è anche edificio, struttura. In

“A casa nostra”, il teatro ci racconta

Il palcoscenico abbassato, le poltroncine coperte, la polvere depositata sulle suppellettili di scena, le luci spente. «Se non vengono “abitati”, i teatri muoiono. Come avviene per una casa disabitata, così avviene per il teatro, che è anche edificio, struttura. In