40 anni di Shalom – “Solidali nel nome della pace”

Niente bilanci per il quarantesimo “compleanno”, solo progetti per il futuro. «In questi anni non abbiamo fatto nulla di straordinario se non cercare di rendere più umana questa terra», dice don Andrea Pio Cristiani, fondatore nel 1974 e anima del Movimento Shalom (organizzazione non lucrativa, laica, di ispirazione cattolica). «Abbiamo fatto solo quello che ci ha chiesto il Signore, portare l’amore nella concretezza dell’azione».

È questo lo spirito con il quale il Movimento, con sede a San Miniato (Pisa), ma con un’articolazione che abbraccia il mondo (è presente in 23 Paesi, con circa 23mila soci, di cui 11.500 italiani), si appresta a festeggiare un anniversario che vedrà varie iniziative nell’arco di un anno, a partire dall’8 dicembre. Le radici affondano negli anni Settanta, quando don Andrea raccolse attorno a sé un gruppo di giovani. «Ci trovavamo per leggere assieme il Vangelo. L’avere Gesù nella nostra vita ci spingeva inesorabilmente alla dedizione verso gli altri. Lo spirito di solidarietà è diventato il nostro scopo. L’originalità del Movimento sta nel ricercare la pace – impressa nel nome stesso – attraverso progetti concreti: il lavoro, la formazione, la corresponsabilità delle persone che aiutiamo. Un altro aspetto che ci sta particolarmente a cuore è sensibilizzare i giovani alla tutela del Creato. Perché un pianeta violato non può essere un luogo di pace».

Pur avendo allargato gli orizzonti in America Latina, Asia, Europa dell’Est, il cuore della mission di Shalom resta l’Africa. «È un continente giovane, ricco di potenzialità umane, il più prossimo all’Europa – riprende don Andrea -, anche la tragedia dei migranti si potrebbe evitare se le potenze economiche mettessero in atto una giusta cooperazione con i Paesi poveri».

SOLIDALI DA 40 ANNI. L’appuntamento con l’apertura dei festeggiamenti per il quarantesimo è per domenica 8 dicembre, a Lucca, con la 34esima Festa della mondialità, intitolata “Razzismo, integrazione, cooperazione”. E per Natale, Shalom lancia la campagna “Illumina una capanna in Africa”: 50 euro per regalare un kit fotovoltaico a una famiglia africana. Per conoscere meglio il Movimento Shalom: telefono 0571.400462; e-mail: shalom@movimento-shalom.org. Il sito: http://www.movimento-shalom.org.

© 2013 – Romina Gobbo

pubblicato su Famiglia Cristiana – giovedì 28 novembre 2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: