Il dolore del Papa. «Il sangue diventi seme di speranza»

Dopo la tragica notizia dell’uccisione di suor Lucia Pulici, suor Bernadetta Boggian e suor Olga Raschietti, missionarie saveriane a Kamenge, in Burundi, papa Francesco ha inteso immediatamente esprimere il suo cordoglio al vescovo di Bujumbura, mons. Evariste Ngoyagoye, e alla superiora generale delle missionarie saveriane, suor Ines Frizza. Telegrammi, in lingua francese, inglese e spagnola, sono stati inviati dal Segretario di Stato Vaticano, card. Pietro Parolin. “Profondamente colpito dalla tragica morte delle missionarie saveriane, il Santo Padre desidera assicurare la sua viva partecipazione al profondo dolore di codesta congregazione per la grave perdita di così zelanti religiose e, mentre auspica che il sangue versato diventi seme di speranza per costruire l’autentica fraternità tra i popoli, eleva fervide preghiere di suffragio per le generose testimoni del Vangelo, e di cuore imparte ai familiari, all’intero istituto e a quanti piangono la scomparsa, la confortatrice benedizione apostolica”.

E, ieri mattina, festa della Natività della beata Vergine Maria, patrona della città e della diocesi di Vicenza, il card. Parolin ha aperto la celebrazione a Monte Berico, dicendosi “molto, molto addolorato” per l’uccisione delle tre suore, e ha chiesto di pregare per loro. “Oggi annunciare il vangelo, vivere la solidarietà cristiana in molte regioni del mondo è diventato un grande pericolo, una grande sfida. Ma queste suore sono lì perché hanno accettato di vivere secondo il criterio dell’amore di Cristo e non si spaventano neppure di fronte a queste circostanze. Certo, c’è la necessità di essere prudenti, per non esporsi. Però fa un po’ parte della testimonianza cristiana anche andare incontro a questi rischi”. A questo proposito, anche la Chiesa vicentina, provata dal rapimento di due propri sacerdoti fidei donum (poi rilasciati), dovrà scegliere se tenere aperta la missione nel nord del Cameroun. “Ci sarà un ripensamento, giusto e prudente, – conclude Parolin -, ma non credo che significherà un venir meno dello spirito missionario che da sempre ha caratterizzato la nostra Diocesi”.

 

2014 Romina Gobbo

pubblicato su Avvenire – martedì 9 settembre 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: