In 90 Paesi del mondo le condizioni umanitarie sono peggiorate

A lanciare l’allarme diritti umani nel mondo è il Rapporto annuale di Human Rights Watch (Ong internazionale che si occupa della difesa dei diritti umani). In 90 Paesi del mondo le condizioni umanitarie sono peggiorate, a causa del numero crescente di conflitti e delle relative conseguenze in termini di insicurezza. A fare le spese di leggi sempre più restrittive sono, in primis, i rifugiati. In Libano, per esempio, è stato aumentato il costo per il rinnovo del permesso di soggiorno, e molti rifugiati non sono in grado di farvi fronte, ed entrano nella clandestinità. Ma lo stato di immigrati regolari li espone all’arresto, alla detenzione, a maltrattamenti e sfruttamento sessuale. In Kenya, molte persone soffrono ancora di gravi traumi fisici e psicologici, per gli abusi subiti otto anni fa, quando la non accettazione del risultato delle elezioni dette il via ad un periodo di inaudita violenza tribale. In Sudan, le attiviste per i diritti umani – tra cui esponenti di spicco della società civile, giornaliste, avvocatesse, professioniste in vari settori… – operano in un clima repressivo e di discriminazione. In alcuni casi, hanno pagato a caro prezzo le loro posizioni, subendo minacce, arresti e anche violenze sessuali.

© 2016 Romina Gobbo – 1 febbraio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: