Donald Trump. Donne nei ruoli di potere?

Pensierino di un pomeriggio avvolto nel grigiore.

Donald Trump ha scelto una portavoce donna, Kellyanne Conway, che si dice essere stata il volano della vittoria alle presidenziali. Una curiosità: la Comway ha origini italiane da parte di madre. Il presidente ha anche nominato due donne ministro. Da una parte questo ci fa ben sperare. Il “maschilista” Trump si fida delle donne. Dall’altra parte, però, attenzione. Il fatto di avere delle donne in ruoli di potere, sia nelle pubbliche amministrazioni, che nei Cda delle aziende private, non sempre ha fatto sì che poi altre donne ne avessero beneficio. Perché spesso si tratta di operazioni o dovute – lo impongono le quote rosa – oppure di immagine – opinione pubblica e mass media si scatenerebbero -. Anche nel parlamento/governo afghano ci sono donne, ma la condizione femminile nel Paese resta al palo. Ricordiamoci sempre che per una donna avere un ruolo di potere non significa detenere il potere, che molto spesso resta nelle mani degli uomini, che pur hanno concesso quel “contentino” della presenza, ma poi non lasciano lavorare. Se poi le signore in questione sono madri, mogli, sorelle di…. beh, allora, sono facilmente ricattabili dagli uomini di casa. Pertanto, poco possono per agevolare le loro simili. Meditate, gente, meditate!

© 2016 Romina Gobbo – 24 novembre 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: