Iraq, prossima tappa: elezioni

Non credo che in molti se ne siano accorti, ma sabato scorso il primo ministro iracheno al-Abadi ha dichiarato la fine di Daesh. In realtà significa fine di un tentativo di Stato, ma siamo ben lontani dalla sconfitta, visto che solo in Iraq ci sono ancora 20mila combattenti, scappati in aree remote del paese. Senza contare le lotte di potere tra i gruppi che hanno combattuto il nemico comune. Adesso che quel nemico si è dissolto, sarà piuttosto difficile che sia mantenuta un’unità d’intenti. Le elezioni, previste a maggio del prossimo anno, saranno un test cruciale per la stabilità del paese.

© 2017 Romina Gobbo – Facebook 12 dicembre

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: