A cosa serve la memoria se la violenza sembra non avere mai fine?

Oggi Giorno della memoria, a Kabul, Afghanistan, un attacco suicida nei pressi dell’edificio che ospita l’Alto Consiglio di pace ha portato con sé 95 morti e 163 feriti. Nella città brasiliana di Fortaleza, un commando armato è entrato in un locale e ha ucciso 14 persone. A Timbuktu, in Mali, l’attacco ad una caserma ha provocato 14 vittime. L’augurio è che la memoria serva da monito, ma non è facile mantenere il pensiero positivo davanti ad una violenza che sembra senza fine.

© 2018  – Romina Gobbo – Facebook 27 gennaio 2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: