Le realtà locali fanno squadra per dare risposte ai più fragili

«I più piccoli vengono sostenuti dai più grandi, ma anche i grandi beneficiano dell’aiuto dei piccoli, con una reciprocità vantaggiosa per tutti. È un cammino concreto che “fa molto Chiesa”». Racconta così monsignor Roberto Campostrini, l’esperienza di ADOA, Associazione Diocesana Opere Assistenziali, di Verona, di cui è presidente dal 2018. Un sodalizio nato nel 2000, dal desiderio del cardinale Attilio Nicora, all’epoca vescovo della diocesi scaligera, di mettere in rete tutte le realtà diocesane – parrocchie, istituti religiosi, ma anche enti del terzo settore – che operano a favore delle persone fragili: anziani, disabili fisici e psichici, poveri…

Negli ultimi cinque anni gli aderenti sono saliti da 5 a 40, con enti di dimensioni e capacità economiche molto importanti seppur molto diverse; assieme raggiungono più di 20mila persone solo nella provincia di Verona, impegnano quattromila lavoratori e 3.500 volontari, il tutto e fronte di 4.500 euro di patrimonio. In ADOA non si scambia denaro, ma competenze, professionalità e tempo, nel pieno rispetto dell’autonomia di ciascuno. Un esempio virtuoso che ha suscitato l’interesse dell’Ateneo veronese, e non solo. «Nel 2018 abbiamo firmato un accordo con il Dipartimento di Economia aziendale, che si concretizza in progetti di ricerca e percorsi formativi sui temi della buona gestione etica degli enti di assistenza e cura. Stiamo lavorando, per esempio, sulla riforma del terzo settore e sulla nuova normativa sulla privacy, sulla valutazione dell’impatto sociale delle attività da loro svolte – spiega il segretario generale ADOA, Tomas Chiaramonte -, nonché sulle competenze manageriali necessarie per l’assunzione di ruoli direttivi in enti che vogliono continuare a testimoniare nel mondo, anche attraverso un’efficace gestione, il proprio carisma».

«Abbiamo costruito un cammino di stretta sinergia tra istituti ecclesiastici ed enti del terzo settore – riprende mons. Campostrini – ma, poiché vogliamo salvaguardare la nostra identità cristiana, chiediamo a chi vuole entrare, che sposi la nostra prospettiva e i nostri valori». Dalla partnership con l’Università è nato anche il Corso di perfezionamento in Etica d’Impresa “Giorgio Zanotto”. Venerdì scorso, nell’Aula Magna della Fondazione Toniolo, sono stati consegnati i primi attestati, nell’ambito del convegno “Mercati, impresa, lavoro: verso nuove assonanze etiche?”. Ma anche un altro appuntamento di grande rilevanza attende ADOA. «Avremo l’onore di partecipare all’annuale European Business Ethics Network, il più importante convegno europeo di etica degli affari, che si svolgerà a giugno in Spagna, all’Università Cattolica di Valencia, sul tema delle organizzazioni a servizio della società», racconta Giorgio Mion, professore di economia aziendale. Il docente, assieme al collega Riccardo Tessari, ha somministrato un questionario a tutti i soggetti che, negli enti aderenti, hanno ruoli direttivi o di gestione, per capire «come mai ADOA funziona così bene nonostante tra i componenti non ci siano vincoli determinati da rapporti contrattuali. Ciò che tiene insieme i vari soggetti è la fiducia e la consonanza etica, cioè il fatto di avere tutti la medesima visione della “Persona”, e la consapevolezza che si può lavorare coniugando l’efficienza gestionale con la coerenza della missione. Non abbiamo trovato in letteratura altri casi come questo in Italia. La sfida è quella della replicabilità in altri contesti diocesani».

© 2019 Romina Gobbo

pubblicato su Avvenire – Economia e lavoro – martedì 14 maggio 2019 – pag. 13

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: